menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Incidente Asse Attrezzato, pescarese indagato per omicidio stradale

Si tratta del primo caso in Abruzzo di persona indagata per omicidio stradale, il nuovo reato introdotto poche settimane fa nel codice penale. Il 56enne era alla guida della Focus che ha travolto la 500 dei due coniugi teatini deceduti

E' accusato di omicidio stradale il 56enne di Pescara che ieri ha travolto con la sua Ford Focus la coppia di teatini morta sull'asse attrezzato all'altezza dello svincolo di Sambuceto, rimasta schiacciata nelle lamiere dopo aver tamponato a sua volta un'altra automobile.

SI tratta del primo caso in Abruzzo di applicazione del nuovo reato introdotto da poche settimane nel codice penale. Le indagini sono affidate alla Polizia Stradale di Chieti, che sembra aver ricostruito la dinamica dei fatti: la coppia di anziani viaggiava a bordo di una 500 vecchio modello quando ha iniziato a rallentare per il restringimento della carreggiata dovuto a dei lavori stradali. Il 56enne, che proveniva da Chieti con la Focus, non è riuscito a frenare in tempo e li ha travolti.

La piccola utilitaria dopo il colpo è stata sbalzata in avanti colpendo un'altra vettura che si trovava davanti, che a sua volta ha urtato un altro veicolo.

Per la coppia non c'è stato nulla da fare: sono morti sul colpo schiacciati all'interno dell'abitacolo.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

IlPescara è in caricamento