menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Inchiesta Rifiuti Abruzzo, Legambiente: "Investire sulle nuove tecnologie"

Legambiente Abruzzo ha commentato le indagini condotte dalla Procura sui rifiuti che hanno portato all'arresto dell'assessore regionale Venturoni: "Rendere i rifiuti una fonte riciclabile e non pensare ad inceneritori"

Legambiente Abruzzo ha voluto commentare l'inchiesta condotta dalla Procura di Pescara sulla gestione dei rifiuti, che ha portato all'arresto dell'assessore Venturoni.

"Da quello che sembra emergere dall'inchiesta, questi amministratori e imprenditori avrebbero intrapreso un percorso teso a smontare la legge regionale in vigore, che consente l'incenerimento solo a fronte di una raccolta differenziata di almeno il 40% del totale, per perseguire i loro interessi e, tra questi, la realizzazione dell'inceneritore. Se fosse stato completato, questo progetto criminoso avrebbe rappresentato un grave danno anche per l'economia della regione, che deve invece puntare su una gestione sostenibile dei rifiuti e quindi una maggiore raccolta differenziata"

Adesso ci si dovrebbe chiedere il perché dell'aumento del 30% sulle tasse dei rifiuti in Abruzzo e, soprattutto, nella provincia di Pescara e Teramo. Angelo di Matteo afferma: "il problema dell'elevato costo delle tasse è dovuto più che altro all'inefficienza dei sistemi di smaltimento: bisognerebbe intervenire proprio su questi per rendere i rifiuti una fonte riciclabile e non pensare ad inceneritori, altrimenti vuol dire che la raccolta differenziata è inutile". In effetti spesso i cittadini lamentano il fatto che nelle discariche non si ha una vera percezione della differenziazione dei rifiuti e questo è un problema evidente.

Le parole di Angelo Di Matteo rivelano l'esigenza di un intervento veloce per quanto concerne il problema dello smaltimento dei rifiuti perché se non si avanzano proposte utili ed innovative e la situazione rimane ferma ci ritroveremo sempre dinanzi a scelte politiche che non garantiscono un reale progresso del paese. Il Presidente infatti precisa "Oggi esistono impianti di riciclaggio e smaltimento all'avanguardia ed è su quelli che bisognerebbe investire"

L'INCHIESTA TUTTI GLI INDAGATI

COMMENTI E REAZIONI POLITICHE

LE ACCUSE I FATTI CONTESTATI DALLA PROCURA

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Zone rosse in Abruzzo, chi entra e chi esce

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

IlPescara è in caricamento