Incendio Villa Serena, i legali delle vittime: "La responsabilità non è dei due pazienti morti"

L'avvocato nominato dalle famiglie dei due pazienti deceduti nel rogo di Villa Serena esclude qualsiasi responsabilità da parte delle vittime

Nessuna responsabilità per l'incendio da attribuire ai due pazienti morti, in quanto non erano nelle condizioni fisiche e mentali di compiere un atto del genere, non potevano muoversi e non fumavano. L'avvocato Biscotti, nominato dalle famiglie dei familiari dei due pazienti morti carbonizzati nel rogo di Villa Serena, passa al contrattacco dopo le ipotesi circolate nelle ultime ore che attribuivano la responsabilità dell'incendio ad uno dei pazienti che avrebbe fumato in camera provocando il rogo.

Per l'avvocato, che ha espresso massima fiducia nell'operato del Pm Di Stefano che si occupa dell'indagine, è necessario accertare eventuali responsabilità, omissioni nei controlli e nella vigilanza, da parte del personale della clinica. Saranno nominati periti di parte, che svolgeranno indagini su quanto accaduto.

Intanto l'ipotesi del corto circuito sembra ormai definitivamente scartata, mentre il sindacato Cgil riferisce che era noto come i pazienti potessero fumare all'interno della struttura, anche se per ora non sono arrivate conferme.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Caprara di Spoltore, paura per un autobus Tua finito fuori strada: almeno 10 feriti, uno è grave - FOTO -

  • Incidente autobus Tua, amputata una gamba alla ragazza ferita gravemente

  • È morto il pedone investito a Montesilvano lungo via Vestina

  • Autobus Tua fuori strada a Caprara di Spoltore: gli aggiornamenti - FOTO -

  • Dramma della solitudine a Montesilvano, donna si impicca in casa

  • Maria "la scostumata" di Villa Celiera riceve una simbolica laurea honoris causa [FOTO-VIDEO]

Torna su
IlPescara è in caricamento