menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Incendio Seab: niente frutta e verdura in 6 comuni del chietino

Il vice sindaco di Chieti Sciocchetti ha firmato un'ordinanza che vieta la raccolta e consumo di frutta e verdura, prodotti in sei comuni dell'area chietina: Chieti, San Giovanni Teatino, Ripa Teatina, Torrevecchia Teatina, Francavilla al Mare e Miglianico

L'amministrazione comunale di Chieti ha deciso di bloccare la vendita ed il consumo di frutta e verdura prodotti sul territorio di sei Comuni del chietino. Si tratta di Chieti, San Giovanni Teatino, Ripa Teatina, Torrevecchia Teatina, Francavilla al Mare e Miglianico.

La decisione arriva a quattro giorni di distanza dal terribile incendio che ha devastato, a Chieti Scalo, l'azienda Seab, che si occupa di trattamento e stoccaggio di rifiuti di ogni genere, anche speciali.

Sebbene l'Arta non abbia ancora pubblicato i risultati riguardanti le sostanze presenti nella nube che si è sprigionata nelle ore successive il rogo e nelle ceneri derivate, il sindaco Ricci ed il vice sindaco Sciocchetti hanno optato per questo provvedimento.

Nel documento si legge che la decisione è stata presa in via precauzionale, in quanto si teme che alcune sostanze tossiche, fra cui la diossina, abbiano potuto contaminare non solo i campi della zona intorno all'incendio, ma anche le acque superficiali e sotterranee.

Per questo motivo, anche l'utilizzo di queste acque è vietato nei sei comuni indicati nell'ordinanza. I Vigili Urbani e la Asl di Chieti si stanno occupando dei controlli per garantire il rispetto dell'ordinanza.

E' invece consentita la vendita di frutta e verdura e prodotti zootecnici che provengono da comuni e zone non incluse nel documento.
Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

IlPescara è in caricamento