Incendio a Picciano, la causa un corto circuito

Non è stato di origine dolosa l'incendio che ha distrutto il capannone di lavorazione plastica a Picciano, in provincia di Pescara. Lo hanno stabilito i carabinieri dopo le prime indagini sul posto

Un corto circuito ha distrutto il capannone che ieri notte a Picciano è andato a fuoco. Lo hanno stabilito le indagini svolte dai carabinieri di Montesilvano dopo aver ricevuto la relazione dai Vigili del Fuoco.

Lo stabilimento di lavorazione plastica e gomma è andato quasi completamente distrutto. Il rogo è partito da una pressa ma ha poi interessato i vetri, gli infissi e gran parte degli altri macchinari.

Non ci sono stati feriti, ma ci sono volute diverse ore per domare le fiamme.

Potrebbe interessarti

  • Cosa sono le case di riposo e dove si trovano a Pescara e provincia

  • Montesilvano, mercatino di via Strasburgo completamente distrutto dal vento [FOTO]

  • Punture di medusa? Ecco cosa fare immediatamente

  • Carta di identità elettronica a Pescara: come richiederla o rinnovarla

I più letti della settimana

  • Emessa una nuova allerta meteo della Protezione Civile, ancora rischio grandine

  • Rimborso per danni da grandine e maltempo, ecco come fare richiesta a Pescara

  • Pescara, sequestrata casa a luci rosse nel cuore di Porta Nuova - FOTO -

  • Maltempo, tromba marina davanti alla costa di Pescara [FOTO]

  • Annullato il concerto di Jovanotti a Vasto, la proposta del centrosinistra: "Il Jova Beach Party a Pescara"

  • Uomo morto in strada dopo una lite, il nome delle vittima

Torna su
IlPescara è in caricamento