Mercoledì, 17 Luglio 2024
Cronaca

Incendio auto a Fontanelle, il consigliere Pettinari torna a chiedere "il servizio di pattugliamento a piedi"

Il consigliere comunale Domenico Pettinari, intervenuto in via Caduti per Servizio dopo il rogo dell'auto, ricorda gli atti incendiari della scorsa estate e le passeggiate della legalità. "Basta dire che Pescara è una città sicura", dice.

«L’episodio della scorsa notte, su cui indagano le forze dell’ordine, non può essere sottovalutato. L’auto avvolta dalle fiamme in via Caduti per Servizio riaccende i riflettori sugli atti incendiari di agosto e settembre 2023, quando ho organizzato anche le passeggiate della legalità nel quartiere. Non c’è più tempo. L’Amministrazione Masci non può nascondere la polvere sotto al tappeto e continuare a dire che Pescara è una città sicura, perché le minacce e le aggressioni subite dai residenti perbene delle zone più difficili, come appunto Fontanelle, sono all’ordine del giorno». Queste le dichiarazioni del consigliere comunale Domenico Pettinari, intervenuto in via Caduti del Servizio, la mattina di lunedì 8 luglio, poche ore dopo il rogo che ha colpito una Fiat Panda blu. 

«Ci penseranno gli uomini delle forze dell’ordine ad accertare se dietro l'incendio dell’auto c’è la mano di un piromane», aggiunge. «Ricordo cosa è accaduto nello stesso luogo lo scorso anno, quando un attacco incendiario ha interessato proprio il palazzo al civico 49 di via Caduti per Servizio. Bisogna ripristinare la legalità, attivando un controllo del territorio già sperimentato nel 2011, ossia l’operazione strade sicure con pattugliamento a piedi per il controllo del quartiere (due militari e un poliziotto)». 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Incendio auto a Fontanelle, il consigliere Pettinari torna a chiedere "il servizio di pattugliamento a piedi"
IlPescara è in caricamento