Cronaca

Incendi sul Gran Sasso, chiesto lo stato di emergenza

Il Comune dell'Aquila ne ha, infatti, sollecitato la dichiarazione rivolgendosi alla presidenza del consiglio dei ministri dopo i roghi che stanno interessando per il quinto giorno Pettino, Cansatessa e Arischia

Incendi sul Gran Sasso, chiesto lo stato di emergenza. Il Comune dell'Aquila ne ha, infatti, sollecitato la dichiarazione rivolgendosi alla presidenza del consiglio dei ministri dopo i roghi che stanno interessando per il quinto giorno Pettino, Cansatessa e Arischia.

La deliberazione della Giunta comunale è stata inoltrata alla Regione Abruzzo, affinché provveda a sostenere la richieste dell'ente al Governo. Ecco cosa ha spiegato il sindaco Pierluigi Biondi a proposito della dichiarazione dello stato di emergenza:

"È necessaria per l'applicazione delle procedure utili per incrementare l'azione finalizzata a un contenimento ancora più efficace degli incendi, e per avere un'opportuna copertura delle spese elevatissime che Comune e Regione stanno sostenendo e dovranno sostenere ancora. I costi non sono solo quelli da sostenere per l'emergenza in corso, ma anche quelli del post incendio, quando i vigili del fuoco dovranno effettuare una ricognizione puntuale sull'area interessata con i droni e si dovrà procedere con le necessarie operazioni di bonifica".

Intanto ieri è stata completata una vasta linea tagliafuoco sopra l'abitato di Cansatessa. La linea tagliafuoco, della lunghezza di 2 km, è stata realizzata dal personale operaio dell'ente e dal Nono Reggimento Alpini dell'Esercito, su indirizzo della protezione civile comunale. I vigili del fuoco e i volontari di protezione civile si sono posizionati per presidiare l'area realizzata. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Incendi sul Gran Sasso, chiesto lo stato di emergenza

IlPescara è in caricamento