menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Pescara, immigrazione clandestina: arrestati due imprenditori edili di Nocciano

Due imprenditori edili residenti a Nocciano, Filippone Mario Vincenzo di Pescara ed il figlio F.E.M, sono stati arrestati dalla Squadra Mobile di Pescara per favoreggiamento dell'ingresso e della permanenza nel territorio nazionale di cittadini extracomunitari. I due presentavano false assunzioni in cambio di denaro

volante-arrestoSoldi in cambio di false assunzioni, al fine di regolarizzare la posizione di alcuni extracomunitari arrivati nel nostro Paese.

Questa l'accusa rivolta a due imprenditori edili residenti a Nocciano, Filippone Mario Vincenzo del 1958 e F.E.M del 1988, rispettivamente padre e figlio, arrestati questa mattina dalla Squadra Mobile in collaborazione con l'Ufficio Immigrazione.

Un'indagine meticolosa e particolarmente complessa, che ha portato gli inquirenti a scoprire un vero e proprio sistema messo su da Filippone, coadiuvato dal figlio E.M, che sfruttava la disperazione e la necessità di molti lavoratori clandestini (22 casi accertati), in cerca di un posto di lavoro per avere il permesso di soggiorno.

Nei mesi scorsi l'Ufficio Immigrazione aveva notato alcune incongruenze nelle documentazioni fornite dai due imprenditori edili. Grazie ad alcune intercettazioni, gli inquirenti hanno scoperto che in realtà le domande di assunzione erano fittizie.

Il reclutamento dei cittadini extracomunitari a favore dei quali predisporre la falsa documentazione, veniva effettuata da FILIPPONE Mario Vincenzo ed E.M. e da un cittadino di nazionalità marocchina, munito di regolare permesso di soggiorno e titolare di un "Bar - Kebab" di Pescara, che è attualmente indagato per il reato di favoreggiamento della permanenza nel territorio nazionale di cittadini extracomunitari clandestini.

Ai due imprenditori toccavano dai 2.000 ai 5.000 euro a contratto.

Questa mattina, dunque, sono state eseguite le misure emesse dal GIP presso il Tribunale di Pescara dott. Luca De Ninis su richiesta del P.M. dott. Gennaro VARONE, ovvero gli arresti domiciliari a carico di FILIPPONE Mario Vincenzo e misura dell'obbligo di dimora a carico di F.E.M., per il reato di favoreggiamento dell'ingresso e della permanenza nel territorio nazionale di cittadini extracomunitari.

(nella foto Mario Vincenzo Filippone)

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

IlPescara è in caricamento