menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Imbarcazione affonda a un miglio dal porto turistico, soccorsa

Stamane due unità in navigazione a vela sono entrate in collisione a circa 1 miglio dal porto turistico “Marina di Pescara”. L’unità maggiore ha subito una falla irreparabile

L’emergenza è scattata questa mattina poco prima di mezzogiorno. Due unità in navigazione a vela sono entrate in collisione a circa 1 miglio dal porto turistico “Marina di Pescara”. La situazione è stata chiara sin da subito: l’unità maggiore ha subito una falla irreparabile che ne ha compromesso la stabilità. L’imbarcazione, con a bordo quattro uomini, ha iniziato a imbracare acqua affondando repentinamente nel giro di cinque minuti. Fortunatamente, la seconda unità interessata dalla collisione, non avendo subito gravi danni, è riuscita a prestare i primi soccorsi dando assistenza a 2 dei 4 uomini in pericolo.

In zona è intervento anche un gommone presente nelle vicinanze, che è riuscito a soccorrere un terzo occupante dell’unità affondata. La sala operativa della Capitaneria di Porto di Pescara, informata dell’evento in corso, ha disposto l’immediata uscita della motovedetta CP 828 che, giunta sul posto, è riuscita a trarre in salvo il quarto membro dell’equipaggio, un 62enne comandante e armatore dell’unità, e una quinta persona, cioè un occupante del natante a vela più piccolo che aveva cercato di prestare assistenza al 62enne andando a bordo di una zattera di salvataggio.

Il tempestivo intervento dei soccorsi ha consentito di portare in salvo tutti gli occupanti dell’unità affondata che sono ritornati a terra un po’ bagnati ma fortunatamente in buona salute. Il relitto è attualmente adagiato su un fondale di circa 10 metri ed è stato segnalato a cura della Guardia Costiera con un gavitello di colore giallo con luce notturna in attesa di essere rimosso. Per la sicurezza della navigazione la Capitaneria di porto ha inoltre emesso un apposito avviso urgente ai naviganti e procederà a informare tutte le unità in transito con chiamate radio di sicurezza ripetute.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

IlPescara è in caricamento