menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Il Procuratore Trifuoggi: "Atto gravissimo, indifferenza più grave che a Napoli"

Il Procuratore Capo Nicola Trifuoggi si dice estremamente sconcertato in merito all'aggressione del giovane foggiano avvenuta a Pescara Vecchia ad opera di un pluripregiudicato rom. "L'indifferenza mostrata dai passanti è un atto gravissimo"

Il Procuratore Capo Nicola Trifuoggi ha commentato con parole molto dure l'aggressione avvenuta a Piazza Unione ai danni di un giovane foggiano , da parte di un pluripreguidicato di etnia rom.

Trifuoggi ha sottolineato come le Forze dell'Ordine, nello specifico la Squadra Mobile, abbiano dato una risposta forte ed immediata a questo gravissimo episodio avvenuto al centro della "movida" pescarese. Il procuratore ha ricordato come l'identificazione del responsabile sia stata possibile in tempi così brevi grazie alle telecamere di sorveglianza che ormai da diversi mesi sono attive a Pescara Vecchia.

Trifuoggi, infatti, si è detto sconcertato per l'atteggiamento di indifferenza ed omertà dimostrata dai passanti e dai presenti, ripresi proprio dalle telecamere che gli inquirenti hanno analizzato.

"Il video mostra chiaramente come le persone presenti abbiano letteralmente ignorato il giovane rimasto a terra. Un atteggiamento del genere è davvero preoccupante, può essere considerato peggiore anche rispetto agli episodi avvenuti a Napoli qualche tempo fa. In quel caso, infatti, i testimoni hanno preferito tacere anche perchè avevano la paura concreta che sul posto fosse presente ancora il killer della camorra autore dell'omicidio, ma in questo caso davvero non ci sono giustificazioni".

Lo stesso Procuratore Capo, assieme al Questore Passamonti, ha fatto sapere che mercoledì ci sarà una riunione straordinaria, voluta dal Prefetto Orrei, del Comitato per la Sicurezza ed Ordine Pubblico, per prendere eventuali provvedimenti necessari a garantire maggiore sicurezza nella zona.

Nicola Zupo, Dirigente della Squadra Mobile, ha lanciato un appello a tutte le persone che hanno assistito al fatto, chiedendo loro di testimoniare in modo da rafforzare ed aggravare la posizione di colpevolezza di Spinelli: "L'arrestato non la passerà liscia, ma avere anche a disposizione delle testimonianze è fondamentale in fase di procedimento giudiziario".
Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

IlPescara è in caricamento