Cronaca

I fatti più importanti del 2011 a Pescara

Vi proponiamo i fatti e gli eventi più importanti avvenuti a Pescara e dintorni nel 2011 che si avvia a concludere, fra episodi di cronaca nera, politica, questioni cittadine e successi sportivi

Il 2011 è stato un anno particolarmente ricco di episodi di cronaca di ogni tipo a Pescara e provincia. Arresti, operazioni antidroga, omicidi e tragedie hanno caratterizzato i 12 mesi dell'anno che si concluderà fra pochissimi giorni.

Per questo abbiamo deciso di ripercorrere il 2011 attraverso 10 eventi che abbiamo selezionato per voi.

ARRESTATO A MONTESILVANO BOSS DELLA CAMORRA

puccinelli salvatore-2All'alba del 16 febbraio scatta l'operazione dei Carabinieri di Pescara, in collaborazione la Procura Antimafia de L'Aquila, denominata "Neapolis" e che permette di sgominare una rete di trafficanti di droga e spacciatori fra la Campania e la nostra Regione. In manette finisce anche il boss della camorra Salvatore Puccinelli, del rione Traiano. Puccinelli, che da qualche tempo viveva a Montesilvano, era a capo di un'organizzazione complessa che riforniva non solo la piazza abruzzese, ma anche gran parte della costa adriatica. Oltre al boss vengono arrestati anche il figlio, la moglie, ed alcuni spacciatori locali.

 

CALCIO A 5: MONTESILVANO CAMPIONE D'EUROPA

futsal_2_originalIl 1 maggio è un giorno importante e storico per lo sport abruzzese e pescarese. L'Icobit Montesilvano infatti conquista il titolo di campione d'Europa aggiudicandosi la Uefa Futsal Cup, il più importante riconoscimento per il calcio a 5 nel Vecchio Continente. I ragazzi di Colini, che successivamente abbandonerà a sorpresa la panchina adriatica, superano tutte le avversarie in Kazakistan ed in finale batte lo Sporting Lisbona per 5-2. Grande festa ovviamente a Montesilvano e Pescara al ritorno dei campioni che vengono accolti da un pubblico entusiasta e dalle istituzioni locali fra cui la Provincia di Pescara e il Comune di Montesilvano

 

PORTO PESCARA: CAOS E SCONTRI PER IL MANCATO DRAGAGGIO

marineria_1_originalIl 1 giugno esplode la rabbia e protesta dei pescatori della Marineria di Pescara, a causa del mancato dragaggio del Porto che ha portato gravi danni all'intero settore commerciale che ruota attorno alla pesca ed allo scalo. I pescatori, infuriati per i ritardi per l'attivazione del dragaggio, bloccano le rampe dell'asse attrezzato di Piazza Italia e poi assaltano la capitaneria di Porto dove i loro rappresentanti incontrano il Comandante della Capitaneria di Porto, che poi deciderà di dichiarare ufficialmente il porto inagibile. Il dragaggio è un problema ancora irrisolto a causa del sequestro avvenuto poche ore dopo l'inizio del lavori poche settimane fa.

 

ZEMAN AL PESCARA

zeman_5_original-2Il 22 giugno  Zdenek Zeman diventa ufficialmente il nuovo allenatore del Pescara Calcio. Il tecnico boemo prende il posto di Di Francesco, che sbarca in Serie A con il Lecce. L'accoglienza riservata all'allenatore in città è a dir poco trionfale: cori, applausi e centinaia di tifosi hanno partecipato alla presentazione al Porto Turistico. Zeman in effetti riesce a conquistare anche i giocatori che mostrano un gioco divertente e spregiudicato, portando il Pescara fra le papapili per la Serie A.

 

 

SPOLTORE: ARRESTATO SINDACO RANGHELLI

ranghelli2Il 26 luglio il sindaco di Spoltore Franco Ranghelli viene arrestato con l'accusa di associazione a delinquere, corruzione e abuso d'ufficio. L'inchiesta della Procura e della Forestale fa luce su un presunto sistema di potere e di favori che portava all'assegnazione di appalti pubblici a ditte compiacenti in cambio di denaro o di favori personali, come l'assunzione o il rinnovo di parenti degli arrestati. Oltre a Ranghelli viene arrestato anche il coordinatore Api Marino Roselli assieme ad all'ex vicepresidente di Ambiente Spa Vernamonte. Ranghelli poi rassegnerà le proprie dimissioni.

 

BIMBA DI 5 ANNI MUORE ALL'OUTLET VILLAGE

carabinieriUna bambina di 5 anni muore il 21 settembre al Città Sant'Angelo Village, dopo che una statua l'ha travolta schiacciandola. Una tragedia a cui assiste impotente la sorellina della bimba. Successivamente viene aperta un'inchiesta per l'accaduto, per stabilire le cause del cedimento della statua in bronzo che qualche giorno prima era stata spostata per una sfilata. Il Centro Commerciale per qualche giorno è stato sottoposto a sequestro.

 

MANOPPELLO: VALENTINO DI NUNZIO UCCIDE LA MADRE

Nunzio 2-2E' il 25 settembre quando Valentino Di Nunzio, 27enne di Manoppello, in preda ad un raptus di follia uccide la madre Maria Teresa di Giamberardino, sgozzandola nella loro abitazione nella zona Scalo con diverse coltellate. Il ragazzo viene fermato dai Carabinieri ed arrestato con l'accusa di omicidio volontario. Da tempo soffriva di problemi psichici. Faranno poi discutere i video in cui il ragazzo recita la parte di un assassino qualche mese prima del delitto, che fanno il giro della rete e di Youtube. Per lui verrà poi chiesta la perizia psichiatrica.

 

FONTANELLE: ATTENTATI INTIMIDATORI E VIOLENZA

Servizio-2Il 21 ottobre viene incendiata l'auto di Nello Raspa, presidente dell'Associazione Insieme a Fontanelle, in via Caduti per Servizio. Un chiaro atto di ritorsione ed intimidatorio da parte della delinquenza locale che non accetta l'impegno di Raspa per combattere l'illegalità e lo spaccio di stupefacenti nel quartiere. Successivamente ci saranno anche altri attentati indimitatori con porte incendiate e danneggiate o prese a martellate. Raspa, che riceve un'auto dal Comune, lascia la guida dell'associazione a Pettinari di Codici. Il 26 novembre si tiene la fiaccolata per la legalità alla quale partecipa anche il sindaco

 

NEW YORK: OMICIDIO RITA MORELLI

Morelli-2Il 26 novembre viene uccisa a New York, nella sua abitazione del quartiere Harlem, Rita Morelli, 36enne di Spoltore che lavorara e studiava in America da anni. La ragazza viene uccisa a coltellate in quella che sembra una rapina finita in tragedia. In realtà, dopo le indagini serrate della Polizia della Grande Mela, si scopre che ad ucciderla è stato un uomo di origini africane, Bakary Camara, 41enne che tenta il suicidio al momento dell'arresto. Il motivo dell'omicidio appare poco chiaro: l'uomo sostiene di essere stato guidato da uno spirito che lo ha obbligato ad uccidere la ragazza, che probabilmente lo aveva respinto.

 

SCOMPARE MISTERIOSAMENTE ROBERTO STRACCIA

Straccia-3Mercoledì 14 dicembre scompare misteriosamente Roberto Straccia, 24enne originario di Moresco, nelle Marche.  Il ragazzo è uscito per andare a correre lungo la riviera sud, per poi nn fare più ritorno nella sua abitazione che condivide assieme ad altri studenti. Proprio i ragazzi hanno lanciato l'allarme denunciando la sua scomparsa ai carabinieri. Diverse le ipotesi: dal suicidio e allontanamento volontario (scenari scartati dai familiari e dal padre), al sequestro di persona fino al malore. Roberto viene cercato ovunque in città ma di lui non si hanno tracce. Viene anche organizzata una fiaccolata dai suoi amici e parenti che ripercorre il tragitto da lui compiuto al momento della scomparsa. Diverse le segnalazioni arrivate di possibili avvistamenti, senza però portare a tracce rilevanti.

 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I fatti più importanti del 2011 a Pescara

IlPescara è in caricamento