rotate-mobile
Giovedì, 19 Maggio 2022
Cronaca

Guardia Costiera: tutti i numeri dell'estate della campagna "Mare Sicuro 2018"

La Direzione Marittima di Pescara ha diramato il bilancio delle attività operative svolte durante i mesi estivi lungo le coste abruzzesi e molisane

Importanti numeri e risultati arrivano dalla Direzione Marittima di Pescara come bilancio delle attività strategiche ed operative messe in campo nell'estate 2018 grazie alla campagna "Mare sicuro". Due le fasi in cui è stato suddiviso il lavoro degli uomini della Guardia Costiera nelle acque e lungo le spiagge abruzzesi e molisane.

Nella prima si è messa in campo un'attività strategica di prevenzione ed informazione, con campagne mirate alla sensibilizzazione dei cittadini sui comportamenti corretti da adottare in mare e lungo le coste, mentre la seconda, quella operativa, è terminata a fine settembre.

GUARDIA COSTIERA, IL BILANCIO DEL FERRAGOSTO

Da segnalare, sul fronte della tutela dell’ambiente e della lotta agli inquinamenti marini, il protocollo d'intesa firmato con l'’A.R.T.A. Abruzzo con l'impiego di mezzi della Direzione Marittima per il monitoraggio ambientale del mare e dell'intero ecosistema marino.

Complessivamente, questi i dati relativi a tutte le operazioni svolte:

  • ·        42 interventi di soccorso e assistenza, in mare e a terra;
  • ·        218 persone soccorse, per lo più bagnanti e diportisti;
  • ·        33 unità navali soccorse;
  • ·        9 decessi, di cui 2 per annegamento e 7 per altre cause, per lo più malori riconducibili agli effetti delle alte temperature raggiunte nel corso dei mesi di luglio e agosto su persone in età avanzata
  • ·        13.051 controlli delle pattuglie a mare e a terra;
  • ·        617 missioni svolte dai mezzi navali per polizia marittima;
  • ·        1.962 controlli a unità navali eseguiti;
  • ·        5.523 controlli svolti presso strutture balneari;
  • ·        3.944 controlli antinquinamento e pesca svolti dal personale a terra;
  • ·        350 illeciti;
  • ·        3472 Attrezzature sequestrate;
  • ·        129.135 mq aree restituite alla libera fruizione

La Direzione Marittima parla di un bilancio positivo per l'estate appena trascorsa, aggiungendo:

"Anche quest’anno e a similitudine degli anni scorsi, si è rivelata di primaria importanza l’instaurazione di rapporti di collaborazione con i mezzi di comunicazione per la divulgazione della cultura della sicurezza in mare, in particolare verso i diportisti e i bagnanti. Grazie ai servizi televisivi e alle trasmissioni radiofoniche sulle spiagge, inoltre, è stato possibile informare gli utenti del mare di repentini cambiamenti meteorologici, di aree interdette alla balneazione, e di altre notizie d’interesse, aumentando così la sicurezza per coloro che vanno in mare”

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Guardia Costiera: tutti i numeri dell'estate della campagna "Mare Sicuro 2018"

IlPescara è in caricamento