Cronaca

La guardia costiera di Pescara partecipa alle missioni per il controllo delle frontiere

Gli equipaggi di volo della base aeromobili della guardia costiera hanno partecipato alle missioni Jo Indalo, Jo Albania Sea e Jo Montenegro Sea 2021negli scorsi mesi di aprile e maggio

Anche la guardia costiera di Pescara, con gli equipaggi della base aeromobili, ha partecipato alle missioni "Jo Indalo", "Jo Albania Sea"  e "Jo Montenegro Sea" 2021.
In azione, negli scorsi mesi di aprile e maggio, gli elicotteri in dotazione, gli Aw139Cp nella base aeronavale spagnola di Rota e nelle operazioni portate a termine dall’aeroporto di Grottaglie.

Le operazioni, coordinate dall’agenzia europea della guardia di frontiera e costiera (Frontex) e incentrate sul controllo e la sorveglianza delle frontiere marittime europee e dei paesi terzi interessati, hanno contribuito all’implementazione dei controlli sulle attività marittime che si svolgono lungo la rotta del Mediterraneo occidentale e del Mar Adriatico. Il personale impiegato, facente parte degli equipaggi di volo (piloti, tecnici, operatori, specialisti e aerosoccorritori marittimi), proveniente anche dalle basi aeromobili di Sarzana e Catania, e dalla sezione elicotteri di Decimomannu, ha partecipato complessivamente a 87 missioni per un totale di oltre 200 ore di volo.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La guardia costiera di Pescara partecipa alle missioni per il controllo delle frontiere

IlPescara è in caricamento