rotate-mobile
Cronaca

Gtm, i sindacati: "Indicazioni ed orari sbagliati sulle tabelle elettroniche"

I sindacati Filt Cgil, Ugl trasporti e Faisa Cisal denunciano un disservizio della Gtm riguardante la segnalazione del passaggio degli autobus sulle tabelle elettroniche. "Orari e percorsi sbagliati"

I sindacati  Filt Cgil, Ugl trasporti e Faisa Cisal ed i rappresentanti sindacali della Gtm, denunciano un disservizio riguardante i tabelloni elettronici posti sulle fermate degli autobus che segnano orari e percorsi errati, così come avviene sul sito web della società pubblica di trasporto e su degli opuscoli informativi distribuiti agli utenti.

"La palina intelligente (oggetto di cospicui investimenti fatti gravare sulla collettività abruzzese) è talmente intelligente da prevedere l’imminente passaggiodegli autobus anche sulla centralissima Corso Vittorio Emanuele II. Peccato che la strada in questione sia chiusa al traffico da circa sei mesi e il Comune di Pescara è alla ricerca, come ènoto, di una soluzione idonea per questa importante arteria vitale soprattutto per il trasportopubblico locale. Ma i disservizi purtroppo non si esauriscono qui. L’incertezza che regna attorno al futuro di Corso Vittorio Emanuele II, ha infatti determinato un altro enorme svarione della Gtm in tema di corretta comunicazione all’utenza che, a differenza della “disattenzione” della fermata, è davvero inconcepibile masoprattutto imperdonabile. Da una verifica che abbiamo operato in questi giorni è emerso che gli itinerari delle linee riportati sia nei classici opuscoletti diffusi gratuitamente all’utenza che nel sito web della Gtm sono al 90% errati. " dichiarano i sindacati elencando le linee con itinerari errati: 21 - 3 - 38 - 4 -5 - 45 - 6 - 7 - 8 - 9 - 10 - 11 -
12 - 13 -14

"Avremmo evitato l’ennesimo disservizio all’utenza ma soprattutto un grave danno d’immagine alla città di Pescara nell’attuale contesto di una stagione turistica estiva non proprio entusiasmante.

Invece i cari dirigenti aziendali della Gtm si trovano attualmente a Londra, autorizzati dal Presidente Russo e dal restante Cda a partecipare a famigerati corsi di inglese manageriale “business management avanzato per nuove competenze”. Dopo l’esperienze negli Stati Uniti e in Giappone ai "rampanti" manager aziendali è infatti stata concessa un’ulteriore opportunità per acquisire “straordinari elementi migliorativi da trasferire nell'organizzazione produttiva dell'azienda”. Complimenti!" dichiarano i sindacati.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Gtm, i sindacati: "Indicazioni ed orari sbagliati sulle tabelle elettroniche"

IlPescara è in caricamento