rotate-mobile
Domenica, 26 Maggio 2024
Cronaca Penne

Giubileo 2015, Penne protesta per la mancanza di una Porta Santa

La comunità pennese protesta per essere stata esclusa dagli eventi del Giubileo iniziato due giorni fa. Il sindaco ha scritto alla Curia pescarese per chiedere di avere a disposizione una Porta Santa

Nessuna Porta Santa nei luoghi di culto di Penne, e la comunità cattolica vestina protesta.

A due giorni dall'inizio del Giubileo, nel capoluogo vestino non sono previste Porte Sante aperte invece nella cattedrale di San Cetteo, nella Cittadella dell'Accoglienza della Caritas a Pescara e nel Beato Nunzio Sulpizio a Pescosansonesco.

A scivere all'Arcidiocesi Pescara Penne è proprio il primo cittadino vestino, Rocco D'Alfonso, ricordando come Penne sia sede vescovile già nell'VIII secolo e la più antica cattedrale della provincia si trova proprio nella cittadina vestina. Per questo, scrive il sindaco alla Curia, Penne merita di ospitare una porta santa nella cattedrale di San Massimo o in uno degli altri luoghi sacri della città.

Ma a quanto pare sarà impossibile accogliere la richiesta della comunità pennese, datosi che la bolla ufficiale per l'assegnazione e l'apertura delle Porte Sante è già stata firmata e protocollata da tempo, e non è modificabile.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Giubileo 2015, Penne protesta per la mancanza di una Porta Santa

IlPescara è in caricamento