Mercoledì, 27 Ottobre 2021
Cronaca

Giocatore del Pescara Calcio a 5 rapinato, condannati cinque ultras del Chieti

Si è concluso con cinque condanne il processo con il rito abbreviato a carico dei cinque appartenenti alla tifoseria ultrà del Chieti accusati di rapina aggravata e violazione del Daspo nei confronti di un giocatore del Pescara Calcio a 5

Si e' concluso con cinque condanne il processo con il rito abbreviato a carico dei cinque appartenenti alla tifoseria ultra' del Chieti accusati di rapina aggravata e violazione del Daspo nei confronti di un giocatore del Pescara Calcio a 5. Il giudice per l'udienza preliminare del Tribunale di Chieti ha inflitto 2 anni e 2 mesi a un 36enne, difeso dall'avv. Mauro Faiulli. Due anni e 20 giorni di reclusione ciascun sono stati inflitti a un 25enne, difeso dall'avv. Gianluca Polleggioni, un 23enne, difeso dall'avv. Daniele Fabriani, e un 24enne, difeso dall'avv. Ivan Notaristefano.

Due anni, pena sospesa, a un 22enne, difeso dall'avv. Emilio Coppola. Il pm Giancarlo Ciani aveva chiesto la condanna a 6 anni per il 36enne e a 4 anni e 8 mesi ciascuno per gli altri imputati. I fatti risalgono al 30 ottobre scorso e si erano verificati in una strada di Chieti Scalo.

Secondo l'accusa i cinque, insieme ad altre due persone che non sono state identificate, dopo averlo circondato e strattonato ripetutamente, avevano strappato di dosso la maglietta e la felpa con i colori del Pescara Calcio che il giovanissimo calciatore, di origini campane, aveva addosso. I cinque imputati sono tutt'ora agli arresti domiciliari il Gup si e' riservato sulla richiesta di revoca della misura cautelare presentata dai difensori.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Giocatore del Pescara Calcio a 5 rapinato, condannati cinque ultras del Chieti

IlPescara è in caricamento