rotate-mobile
Martedì, 17 Maggio 2022
Cronaca

Sorpresi a rubare rame nel cementificio, si gettano nel fiume per evitare l'arresto

I carabinieri sorprendono 3 ladri che avevano appena rubato 15 chili di cavi in rame dall'ex cementificio ma sono scappati gettandosi nel fiume Pescara

Un tentato furto è stato sventato, la notte scorsa, dai carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Pescara.
Nello specifico, i militari dell'Arma hanno evitato il furto di diversi cavi di rame che dovrebbero essere stati rubati nell'ex cementificio "Sacci".

I carabinieri sono entrati in azione intorno a mezzanotte e mezza in via Raiale quando, nei pressi dell'ex cementificio, hanno notato 3 uomini che stavano caricando su un'automobile, una Fiat Stilo, alcuni cavi elettrici in rame. 
I malviventi, come si sono accorti dei militari dell'Arma, sono fuggiti velocemente attraverso un canneto situato tra la strada e l'adiacente fiume "Pescara".

Subito inseguiti dai militari, i 3 ladri hanno pensato bene di gettarsi nelle acque del fiume non avendo altre vie di fuga. In questo modo sono riusciti a far perdere le loro tracce ma lasciando il mezzo usato per il furto e i cavi trafugati, per un peso complessivo di 15 chili.

La successiva perquisizione nel veicolo ha permesso anche di rinvenire nel portabagagli una mola (con la lama ancora incandescente) nonché altri arnesi atti allo scasso. Il materiale rinvenuto e la refurtiva sono stati sottoposti a sequestro e saranno sottoposti a ulteriori accertamenti al fine di addivenire all’esatta individuazione della banda dedita ai reati predatori.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sorpresi a rubare rame nel cementificio, si gettano nel fiume per evitare l'arresto

IlPescara è in caricamento