rotate-mobile
Giovedì, 30 Maggio 2024
Cronaca

Sorpreso a rubare rame in un'azienda abbandonata in via Tiburtina, ragazzo arrestato

A sventare il furto a Pescara è stata la polizia nella mattinata di mercoledì 10 aprile: in manette un giovane di 22 anni

La polizia ha sventato un furto di rame in un'azienda abbandonata in via Tiburtina a Pescara.
Gli agenti della squadra volante, alle ore 7:30 di mercoledì 10 aprile, hanno fermato e arrestato un ragazzo di 22 anni dopo che avrebbe reciso e rubato cavi in rame. 

L'intervento delle pattuglie è scaturito dalla segnalazione, pervenuta alla sala operativa della questura, della presenza di una persona intenta a rubare materiale da una cabina elettrica all'interno dell'opificio in disuso.

L'azienda, che aveva interrotto l'attività da diversi anni custodiva ancora macchinari e altro materiale. Giunti sul posto, i poliziotti hanno immediatamente perlustrato le zone limitrofe all'azienda intercettando un giovane che corrispondeva alla descrizione fornita dal richiedente e che trasportava la refurtiva. Al giovane è stato intimato di fermarsi ma il 22enne, abbandonato il maltolto, si sarebbe dato alla fuga scavaldando un muretto. Il tentativo del ragazzo però è risultato vano. Gli agenti sono infatti riusciti a bloccarlo e arrestarlo. È stata quindi recuperata la matassa di cavi abbandonata che è stata restituita al proprietario e una smerigliatrice utilizzata per tranciare i cavi. Dopo gli accertamenti di rito, l'arrestato è stato accompagnato nel proprio domicilio in regime di arresti domiciliari a disposizione dell'autorità giudiziaria competente. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sorpreso a rubare rame in un'azienda abbandonata in via Tiburtina, ragazzo arrestato

IlPescara è in caricamento