menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Furto nel centro sociale Arapietra: sottratto portatile

L'ennesimo furto nel centro sociale per anziani di via Arapietra ha suscitato la forte reazione dell'assessore Guido Cerolini. Si ipotizza la responsabilità di un extracomunitario

Nella giornata di mercoledì il Centro Sociale per anziani Arapietra è stato per l'ennesima volta vittima di un furto. Un extracomunitario è penetrato nel Centro sfondando una sottile parete divisoria in cartongesso.

Una volta all'interno ha rubato il computer appena acquistato per la gestione dello Sportello per le Badanti. Solo il rientro improvviso di un operatore ha messo in fuga l'intruso impedendogli di sottrarre altre attrezzature del Centro.

Le Forze dell'Ordine, prontamente intervenute, hanno perlustrato la Casa di riposo, trovando però solo i resti dell'accampamento notturno e nessuna traccia degli extracomunitari che la notte vi dormono.

"Il Centro sociale - ha spiegato l'assessore Guido Cerolini - ha sempre condiviso degli spazi con la Casa di riposo di via Arapietra, dove sino al 2004 esisteva addirittura una porta che consentiva il passaggio diretto degli anziani dalla struttura d'accoglienza al Centro gestito dalla cooperativa Il Germoglio. Con l'avvio del cantiere quel passaggio diretto è stato momentaneamente chiuso con la realizzazione di una parete leggera in cartongesso, in attesa della sua riattivazione, che avrebbe dovuto coincidere con la riapertura agli ospiti della Casa stessa, in teoria entro un anno dall'inizio dei lavori, oggi divenuti già sei anni".

Da parecchio tempo gli ospiti del centro sociale per anziani vivono un vero e proprio inferno. Il centro, infatti, viene facilmente forzato e penetrato da extracomunitari, tossicodipendenti e senzatetto che hanno trasformato il cantiere nella propria dimora.


"Il nostro obiettivo - ha proseguito l'assessore Cerolini - deve essere adesso quello di garantire la massima sicurezza degli anziani che frequentano il Centro sociale e tutelare la stessa area di cantiere impedendo l'ingresso di quegli estranei che in sei anni ne hanno fatto il proprio bivacco".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

IlPescara è in caricamento