Rubano l'identità ad un uomo ed ottengono un prestito: nei guai truffatori pescaresi

Quattro pescaresi sono stati denunciati dai carabinieri nel nuorese per aver messo a segno una truffa con sostituzione di persona

Hanno rubato i documenti di un uomo del nuorese, per poi chiedere ed ottenere un finanziamento da 2.500 euro spesi per acquistare degli smartphone. Per questo, quattro pescaresi noti alle forze dell'ordine sono stati denunciati dai carabinieri di Perdasdefogu in provincia di Nuoro.

L'accusa per loro è di sostituzione di persona e truffa aggravata. I truffatori hanno acquisito i documenti di un 50enne a sua insaputa, e dopo aver chiesto ed ottenuto un prestito online da una finanziaria pari a 2.500 euro hanno acquistato tre smartphone Samsung.

RAGGIRANO COMMERCIANTI: DENUNCIATI

Nel contratto con la finanziaria però la firma era stata falsificata e grazie alle indagini dei carabinieri sono stati smascherati. Nei guai sono finiti una coppia di Montesilvano e due pescaresi noti alle forze dell'ordine.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Operaio cade da 4 metri, ricoverato in gravi condizioni a Pescara

  • Attualità

    Omeopatia, consulti medici gratuiti in tre studi di Pescara

  • Montesilvano

    Al via i lavori di riqualificazione in via Roma a Montesilvano, la strada chiude al traffico

  • Attualità

    Leonetta D'Amico di Spoltore festeggia i 100 anni con una buona azione per l'Ail

I più letti della settimana

  • Topo morto in una confezione di alimenti e carcasse dove si producono, titolare impresa denunciato

  • Le gemelle Fazzini di Città Sant'Angelo espulse nell'ultima puntata de "Il Collegio"

  • Pescara, rinvenuto cadavere in uno stabile abbandonato

  • Donna sorpresa all'aeroporto di Pescara con 63mila euro in contanti

  • Vende dolci di "produzione propria" che in realtà non lo sono, denunciato

  • VIDEO | Incendio a Città Sant'Angelo, l'avviso dell'Arta: "Tenere chiuse porte e finestre"

Torna su
IlPescara è in caricamento