Cronaca

Furti nelle gioiellerie, arrestate tre donne: due sono pescaresi

Avevano messo su una vera e propria banda specializzata nei furti di gioielli raggirando e distraendo i titolari e i commessi delle gioiellerie. In manette tre donne rom. Due sono pescaresi

Tre donne di etnia rom, due delle quali di Pescara e Montesilvano, sono state arrestate dai carabinieri di Atessa in quanto responsabili di diversi furti messi a segno in alcune gioiellerie abruzzesi, siciliane, marchigiane e molisane, con un bottino complessivo pari a 150 mila euro.

Le tre donne entravano nelle attività, ben vestite, e chiedevano di vedere alcuni gioielli. Due di loro distraevano la commessa, mentre la terza rubava tutti i gioielli fino ad ora visionati riponendoli nella borsa.

Subito dopo si allontanavano dal negozio e facevano perdere le loro tracce. Ad Atessa, quando la proprietaria di una gioielleria le ha scoperte, l'hanno minacciata dicendo di essere armate. La donna ha poi sporto denuncia e da lì i carabinieri sono risaliti alle malfattrici.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Furti nelle gioiellerie, arrestate tre donne: due sono pescaresi

IlPescara è in caricamento