Cronaca

Furti, banda del "foro": fermati dai Carabinieri 3 albanesi

Tre albanesi sono stati fermati a Milano dai Carabinieri con l'accusa di furto e ricettazione. Si tratta della banda del "foro" che ha messo a segno diversi colpi lungo la costa adriatica

Sgominata dai Carabinieri una banda di criminali albanesi che ha messo a segno diversi furti lungo l'intera costa adriatica, interessando anche la zona di Montesilvano e Città Sant'Angelo.

I ladri utilizzavano per i colpi sempre la stessa tecnica: dopo aver praticato un foro in una finestra dell'abitazione scelta per il furto, entravano all'interno e rubavano oggetti di valore e prodotti tecnologici, oltre a rubare le chiavi di auto di grossa cilindrata che venivano utilizzate per fuggire.

La banda aveva come base Milano, e proprio nella capitale lombarda sono stati eseguiti i fermi  da parte dei Carabinieri locali con la collaborazione dei militari di Montesilvano e di Riccione, località in cui sono stati registrati alcuni furti di questo genere.

I Carabinieri hanno studiato le mosse della banda, che in una sola notte ha messo a segno diversi furti attraversando le province di Pescara, Teramo, Pesaro Urbino e Rimini, per poi tornare a Milano.

Grazie ad un'attenta e complessa attività investigativa, con sopralluoghi nelle abitazioni interessate dai furti e seguendo gli spostamenti delle autovetture rubate, i militari sono riusciti a ritrovare l'auto rubata utilizzata per i colpi, un' Alfa rubata a metà marzo in provincia di Teramo.

Dopo una intera notte di appostamenti, i tre sono stati bloccati. Recuperata anche molta refurtiva (il valore supera i 60 mila euro), fra cui gli oggetti rubati in una villa di Città Sant'Angelo il 10 marzo scorso.

I fermati sono:

Simoni Leandro, 30 anni, sul quale pendeva un' ordinanza di carcerazione per una condanna di 2 anni e 3 mesi per associazione a delinquere finalizzata ai furti e ricettazione

Bruka Edmir, 30 anni, pregiudicato

Prenga Ardian, 34 anni, pregiudicato

I tre si trovano nel carcere di San Vittore.

I Carabinieri di Montesilvano, diretti dal capitano Marinelli, non escludono che la banda possa aver messo a segno anche altri furti registrati nel pescarese negli ultimi tempi. Per questo le indagini sono ancora in corso.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Furti, banda del "foro": fermati dai Carabinieri 3 albanesi

IlPescara è in caricamento