Venerdì, 12 Luglio 2024
Cronaca

Raffica di furti di auto e bici in città, è allarme

A essere presi maggiormente di mira sono i suv delle marche più vendute ma in cima alla classifica dei veicoli rubati ci sono anche le Fiat Panda per il mercato nero dei pezzi di ricambio

Ormai non passa giorno senza che alle forze dell'ordine si presenti qualche cittadino di Pescara o Montesilvano vittima del furto della propria automobile.
Le bande specializzate in questi tipo di colpi, provenienti quasi sempre dalla provincia di Foggia, da Cerignola molto spesso, arrivano sia di giorno che di notte, per depredare lungo le strade cittadine.

I veicoli maggiormente appetibili e dunque che vengono rubati sono principalmente i suv di medio-grande valore delle marche maggiormente vendute. 

Ricevi le notizie de IlPescara su Whatsapp

Parliamo di Ford Kuga, Hyundai Tucson, Land Rover, Nissan Qashqai, Alfa Romeo Stelvio e Tonale e così di seguito. Tre notti fa una Ford Kuga è stata rubata in via Nazionale Adriatica Sud nella zona di San Silvestro spiaggia nel giro di tre minuti da due malviventi. Qualche tempo una Kuga rubata generò un inseguimento da parte delle forze dell'ordine culminato con uno schianto contro un albero in viale Primo Vere. Ma numerose sono anche le vetture di piccola cilindrata a essere oggetto di furto: molte infatti sono le Fiat Panda che poi nel giro di poco tempo vengono cannibalizzate allo scopo di immettere nel mercato nero i pezzi di ricambio. Oltre alle forze dell'ordine che ricevono le denunce da chi ha subìto un furto ad avere il termometro della situazione sono anche gli assicuratori ai quali i clienti si rivolgono dopo aver perso la propria vettura.

Decine di bici rubate ogni giorno

Non va di certo meglio, anzi, a chi gira in sella a una bici, sia essa classica o elettrica a pedalata assistita. Tutti sappiamo che lasciare la propria bici legata a un palo o agli appositi porta bici equivale spesso a non ritrovarla. Molto appetibili le bici da corsa e quelle elettriche che valgono migliaia di euro. In questo caso i ladri colpiscono anche prendendo di mira i garage dove i mezzi vengono custoditi. Invece per le bici cosiddette "muscolari" al giorno d'oggi, basta lasciarla incustodita anche solo pochi minuti senza una catena adeguata che c'è il rischio di non rivederla più. Con le bici, a differenze delle automobili dotate di una targa e di un numero di telaio, la possibilità di recuperarle è praticamente pari a zero. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Raffica di furti di auto e bici in città, è allarme
IlPescara è in caricamento