rotate-mobile
Cronaca

Guardie giurate e videosorveglianza collegata al sistema del Comune: un nuovo modello operativo contro i furti in centro

Si è riunito in prefettura il comitato per la sicurezza pubblica visto l'incremento dei colpi notturni che interessano le attività commerciali di piazza Sacro Cuore e corso Umberto. Diverse le proposte avanzate con il prefetto Ferdani che ne ha auspicato l'attuazione assicurando un incremento dei controlli: si va verso un modello di partenariato pubblico-privato

Non solo un intensificazione dei controlli, ma anche iniziative di prevenzione che vanno dalla possibilità di utilizzare guardie giurate negli orari di maggiore criticità e l’installazione di sistemi di videosorveglianza da mettere in rete con le telecamere del Comune di Pescara così da garantire una sicurezza maggiore e partecipata.

Queste le proposte portato sul tavolo della prefettura in occasione della riunione del comitato provinciale per l'ordine e la sicurezza pubblica con al centro le problematiche relative all'incremento dei furti notturni in centro e in particolare in corso Umberto e piazza Sacro Cuore interessate dai lavori di riqualificazione. L'occasione anche per ricordare di chiamare sempre il numero unico di emergenza 112 qualora ci si trovi davanti a persone o situazioni sospette così che le forze dell'ordine possano subito intervenire.

Dal sindaco Carlo Masci è arrivato il ringraziamento al prefetto Flavio Ferdani per aver subito accolto la richiesta di incontro viste le preoccupazione degli esercenti rappresentate al tavolo dal rappresentante della Fipe (Federazione italiana pubblici esercizi di Confcommmercio Pescara) Carlo Miccoli che qualche giorno fa ha sollevato il tema e che al tavolo ha portato la preoccupazione degli addetti ai lavori dato che tra l'altro quei furti arrecano più danni in termini economici, che non quelli derivati da ciò che viene portato via.

La situazione che si sta affrontando potrebbe dunque diventare un vero e proprio modello operativo diventando un progetto pilota di partenariato pubblico privato per l'ampliamento del sistema della sicurezza.

All'incontro hanno preso parte anche il questore Carlo Solimene, il comandate provinciale dei carabinieri Riccardo Barbera, il comandante provinciale della guardia di finanza e il comandante della polizia locale Danilo Palestini

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Guardie giurate e videosorveglianza collegata al sistema del Comune: un nuovo modello operativo contro i furti in centro

IlPescara è in caricamento