Martedì, 15 Giugno 2021
Cronaca

Fratellini morti in mare a Ferragosto, ecco cosa ha stabilito l'ispezione cadaverica

I due ragazzini, di origini cinesi e residenti a Montesilvano, sono deceduti per annegamento. Poichè il quadro, dal punto di vista medico legale, è estremamente chiaro, non dovrebbe essere necessaria l'autopsia

I due fratellini cinesi di 11 e 14 anni che ieri hanno perso la vita in mare, mentre trascorrevano il Ferragosto con la famiglia ad Ortona, sono deceduti per annegamento. Lo ha stabilito l'ispezione cadaverica eseguita dal medico legale Pietro Falco.

Poichè il quadro, dal punto di vista medico legale, è estremamente chiaro, non dovrebbe essere necessaria l'autopsia ed è possibile che già nelle prossime ore le salme vengano restituite alla famiglia.

I due ragazzini erano nati in Italia e risiedevano a Montesilvano: ieri sono stati visti in difficoltà mentre stavano facendo il bagno a poca distanza dalla riva. Secondo la ricostruzione, l'acqua agitata li ha scagliati contro una scogliera frangiflutti.

Il padre ha provato a nuotare e a raggiungerli, ma, a sua volta in difficoltà, è stato tratto in salvo e portato a riva. Immediatamente è scattata la macchina dei soccorsi: alle ricerche hanno preso parte i Carabinieri, la Capitaneria di Porto e i Vigili del Fuoco, ma per l'11enne e il 14enne non c'è stato, purtroppo, nulla da fare: quando sono stati recuperati, erano già morti

Intanto a Montesilvano è stato proclamato il lutto cittadino per la giornata di oggi, venerdì 16 agosto.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fratellini morti in mare a Ferragosto, ecco cosa ha stabilito l'ispezione cadaverica

IlPescara è in caricamento