Giovane operaio di Pescara muore in Sicilia, cade da un traliccio e viene avvolto dalle fiamme

A perdere la vita è stato Francesco Colasante, 25 anni, il quale, come riferisce Ansa Abruzzo, stava lavorando su un traliccio per una impresa che esegue lavori per conto terzi

Un giovane operaio di Pescara è morto in Sicilia a causa di un grave incidente sul lavoro avvenuto nel tardo pomeriggio di martedì a Troina in provincia di Enna.
A perdere la vita è stato Francesco Colasante, 25 anni, il quale, come riferisce Ansa Abruzzo, stava lavorando su un traliccio per una impresa che esegue lavori per conto terzi.

In base alla ricostruzione di quanto avvenuto, a causa di scintille (da chiarire che cosa le abbiano provocate) nel terreno sottostante il traliccio sarebbe divampato un incendio.

Il 25enne, nel tentativo di mettersi in salvo, sarebbe caduto a terra fratturandosi una caviglia. Mentre gli altri compagni di lavoro hanno avuto la possibilità di allontanarsi, le fiamme avrebbero avvolto il ragazzo pescarese senza lasciargli scampo. Soccorso dagli operatori del 118 e trasportato successivamente al Cannizzaro di Catania, il 25enne è morto per le gravi ustioni ricevute. 
Sul posto sono intervenuti i carabinieri della compagnia di Nicosia. La procura di Enna ha aperto un fascicolo per indagare su quanto accaduto: al momento è contro ignoti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Esplosione e forte boato al confine fra Pescara e Montesilvano: sul posto i vigili del fuoco

  • "Il caffè è compagnia, così non si può lavorare": bar di Montesilvano preferisce chiudere

  • Covid, dal 29 novembre cambiano i colori delle Regioni: l'Abruzzo resterà zona rossa almeno fino al 3 dicembre

  • Oddo dopo l'esonero dal Pescara cita Pirandello

  • Diego Armando Maradona e l'Abruzzo, ecco la foto con lo chef Quintino Marcella

  • Saturimetro: cos’è, come si usa e perché, proprio ora, è fondamentale

Torna su
IlPescara è in caricamento