menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Follia omicida a Francavilla: accoltellate cinque persone

Un sabato che doveva essere tranquillo e sereno, si è trasformato in un incubo a Francavilla al Mare. Due uomini, padre e figlio, di Miglianico, hanno accoltellato cinque persone, tra cui la moglie del più giovane, Carmine Di Clerico, ed i suoceri, oltre a due passanti

E' stato un sabato pomeriggio da incubo quello appena trascorso a Francavilla. In pieno pomeriggio, infatti, è andato in scena nella zona Valle Anzuca un dramma di gelosia che si è consumato in tragedia, per fortuna senza nessuna vittima.

Due uomini, padre e figlio, Domenico e Carmine di Clerico, originari di Miglianico, hanno accoltellato in tutto cinque persone, tra cui la moglie di Carmine, una 28enne di cittadinanza albanese, i suoceri di quest'ultima e due passanti che si erano fermati a prestare soccorso alla donna. Uno di questi, un 69enne di Chieti, è ricoverato in gravi condizioni, ma dovrebbe riuscire a salvarsi.

Tutto è iniziato a causa della gelosia di Carmine Di Clerico, convinto che la moglie lo tradisca, e quindi la pedina e segue lungo le strade di Francavilla. Appena la donna si reca nella sua auto per tornare a casa, l'uomo l'aggredisce violentemente, la insulta e tenta di strozzarla. Intanto sul luogo arrivano i genitori della donna ed il padre di Di Clerico, che arriva armato di coltello. Ecco quindi che si consuma la tragedia: Domenico Di Clerico consegna un coltello al figlio per uccidere la donna, i suoceri tentano di intervenire ma vengono colpiti e feriti.

E' una scena orribile, ma la furia omicida non è ancora finita. La donna tenta di sfuggire, ma viene raggiunta e colpita allo sterno. In suo soccorso erano intervenuti due passanti, entrambi feriti. Il più anziano, di 69 anni, viene ferito gravemente ma dovrebbe cavarsela.

I Carabinieri danno subito la caccia ai due uomini: il padre, dopo una violenta colluttazione, viene arrestato subito, mentre il figlio, dopo una trattativa telefonica, viene raggiunto ed arrestato in serata. Entrambi sono rinchiusi nel carcere di Chieti.
Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

IlPescara è in caricamento