Venerdì, 14 Maggio 2021
Cronaca

Firme false sulle multe, il Comune di Spoltore replica: "Noi siamo parte lesa"

Arrivano le spiegazioni del Comandante della Polizia Municipale, Panfilo D'Orazio, pronto a chiarire la vicenda relativa alla denuncia di un cittadino nei confronti dell'Ente per un fatto risalente al 2015

“Sul caso relativo alle contestazioni delle firme sulle ingiunzioni di pagamento per due multe mai pagate da un cittadino, il Comune non è stato denunciato. Si tratta di una querela di falso all’interno di un procedimento civile, in cui va verificata la veridicità delle firme, tramite perizia calligrafica. Inoltre, non si sostiene che le presunte firme false siano sulle ingiunzioni dell’Ente, ma sulle relate delle notifiche di Poste Italiane”.

Lo ha affermato, in una nota, il Comandante della Polizia Municipale di Spoltore, Panfilo D’Orazio, pronto a chiarire la vicenda relativa alla denuncia di un cittadino nei confronti dell’Ente per un fatto risalente al 2015.

“Il Comune di Spoltore sarebbe semmai parte lesa, qualora si dovesse accertare la falsità delle firme, in quanto i verbali (tutti regolari) sono stati affidati a Poste Italiane per la notifica al trasgressore, che contesta le firme apposte sulla relata di notifica proponendo la querela di falso. Ciò significa che in corso di giudizio, il Comune oltre a difendere l’interesse dell’Ente, assume il ruolo di garante della legalità”, ha precisato il Comandante D’Orazio.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Firme false sulle multe, il Comune di Spoltore replica: "Noi siamo parte lesa"

IlPescara è in caricamento