Cronaca

Finti concorsi alla BNL, Codici: "Truffa da 6 milioni di euro"

Falsi concorsi alla BNL da parte di alcuni dipendenti per truffare e raggirare disoccupati e precari in cerca di lavoro. E' quanto denuncia Codici Abruzzo che ora vuole avviare una class action

Una truffa da oltre 6 milioni di euro, ai danni di giovani disoccupati e precari in cerca di lavoro.

E' l'associazione Codici Abruzzo a chiedere di mettere in atto una class action contro i responsabili del mega raggiro, che avrebbe coinvolto migliaia di persone in tutta Italia.

Codici, con i segretari D'Andrea e Pettinari, ha raccontato l'esperienza delle vittime abruzzesi. A mettere in atto la truffa una impiegata dela Bnl, una sua ex collega in pensione e altri due intermediari, che reclutavano le possibili vittime. Ai giovani veniva proposto un posto di lavoro in cambio di denaro, con costi fino a 4 mila euro. I candidati venivano sottoposti a test e selezioni nell'istituto di via Albania, a Roma. Dopo i colloqui i giovani ricevevano su carta intestata Bnl l'esito positivo della selezione,e quando dopo qualche tempo contattavano i responsabili, quest'ultimi prendevano tempo parlando di problemi legati ai tagli del Governo.

La stessa Bnl si è costituita come parte offesa.  Ora l'obiettivo è quello di raccogliere più denunce possibili per avviare l'azione legale collettiva.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Finti concorsi alla BNL, Codici: "Truffa da 6 milioni di euro"

IlPescara è in caricamento