menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Filovia: presunte irregolarità, inoltrato il sollecito alla Procura

L'Associazione Marelibero in collaborazione con il Comitato Utenti Strada Parco, ha esposto in conferenza stampa alcuni dubbi in merito al progetto della Filovia per delle presunte irregolarità

strada_parcoPer Loredana Di Paola, dell'Associazione Marelibero Pescara è la presunta impresentabilità del progetto FIlovia ad essere alla base delle risposte negative alla richiesta avanzata negli anni dai residenti. I cittadini, le associazioni e i comitati hanno infatti chiesto più volte di visionare il progetto che è stato negato."Sorge dunque il dubbio che questo progetto sia impresentabile come ci fanno pensare le prescrizioni che il Ministero dei Trasporti aveva raccomandato alla Regione e alla GTM" afferma Loredana di Paola.  

Durante la conferenza stampa sono stati mostrati importanti documenti che metterebbero a rischio il proseguimento dei lavori nella Strada Parco e che saranno inviati alla Procura della Repubblica insieme ad un ennesimo sollecito. I solleciti inviati in precedenza infatti, non furono presi in considerazione perchè il materiale in possesso dei comitati e dei cittadini era veramente esiguo.

Alla base dell'opera in via di realizzazione infatti vi sarebbero, secondo il comitato, delle irregolarità: in primo luogo mancherebbe  il Nulla Osta preliminare sulla Sicurezza (ex-art.3 DPR 753/80), necessario per l'avvio dei lavori. Il Ministero dei Trasporti, inoltre, avrebbe fatto delle importanti precisazioni riguardanti il rispetto delle norme del traffico pedonale, con alcune problematiche legate ai marciapiedi, valutando l'ipotesi di vietare l'uso del marciapiede lato mare.

Inoltre la circolazione dei pedoni deve essere protetta tramite labirinti, percorsi ecc... In sostanza non si può mettere, secondo i comitati,  al secondo posto la priorità del percorso pedonale con un uso promiscuo della Strada Parco.

Dal punto di vista dell'impatto ambientale, Mario Sorgentone, dell'Associazione Strada Parco, sostiene che la Filovia andrà ad elettricità per 5 km, mentre per la restante parte andrà a gasolio.

La GTM, intanto, con Michele Russo ha precisato ai cittadini contrari alla Filovia che i lavori non posso essere soppressi in quanto sono stati già finanziati e sono in corso di realizzazione. L'opera, secondo quanto riferito, costerà 25 milioni invece di 31 e coinvolgerà il tratto Pescara- Montesilvano.

La restante parte che collega Montesilvano a Silvi e Pescara a Francavilla verrà finanziata tramite i Fondi Fas. Proprio sui fondi Fas, però ci sarebbero alcune discordanze, in quanto, come riferito dal consigliere regionale Sospiri, quei fondi sarebbero destinati alle linee degli autobus e non a nuove infrastrutture come la Filovia.

TUTTO SULLA FILOVIA

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

IlPescara è in caricamento