menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Tutto sulla Filovia di Pescara e Montesilvano

Fa discutere sia i cittadini che i politici il progetto della Filovia nell'area metropolitana di Pescara, che attraverserà la Strada Parco. Proteste e comitati hanno infatti diviso l'opinione pubblica

Un anno fa, il 30 ottobre 2009, la Gtm presentava ufficialmente il nuovo mezzo "Filò", la filovia che collegherà l'area metropolitana pescarese, basato su un filobus a 3 assi. Il primo lotto del progetto riguarda il collegamento fra Pescara e Montesilvano, dove Filò attraverserà gran parte della Strada Parco.

Già prima della presentazione ufficiale si era acceso un dibattito politico molto intenso e l'opinione pubblica aveva iniziato a dividersi fra chi è favorevole alla realizzazione della Filovia e chi invece chiede che il progetto venga rivisto ed i lavori vengano sospesi per valutare percorsi alternativi. Ripercorriamo le tappe del progetto fra dichiarazioni, scioperi, proteste, dibattiti e lavori in corso.

Novembre 2011

La Filovia viene ufficialmente presentata e mostrata ai cittadini nel week end del 21 novembre. Presenti anche alcuni contestatori

Settembre 2011

Viene approvato il progetto per la sottostazione.

Aprile 2011

Scattano alcuni divieti in città e il mercato viene temporaneamente sospeso nella zona fra via Milite Ignoto e via Pellico. A maggio i lavori si concludono.

Febbraio 2011

Parte una class action contro la Filovia. Ad avviare l'azione è l'Associazione Strada Parco di Mario Sorgentone. A fine mese l'Autorità per la Vigilanza stabilisce che tutte le procedure sono state regolari.

Gennaio 2011

Marelibero presenta un altro esposto sulla Filovia riguardante l'abbattimento degli alberi.

Novembre 2010

A Pescara vengono convocate delle assemblee pubbliche per discutere della questione della Filovia, e soprattutto delle possibili alternative.

Alla Procura di Pescara viene inoltrato un esposto contro i lavori da parte dell'associazione MareLibero che parla di progetto impresentabile.

Ottobre 2010

Il Consiglio Comunale di Pescara, durante una seduta particolarmente animata e movimentata, boccia la mozione presentata dal consigliere di Rifondazione Acerbo che chiede di bloccare i lavori di realizzazione della Filovia. Il sindaco Mascia sottolinea come il progetto ormai sia in una fase avanzata, evidenziando come per sei anni il centrosinsitra abbia accantonato il problema.

Il Coordinamento No Filovia parla di un "Progetto vecchio ed antico", pensato circa 20 anni fa e che risulterebbe estremtamente costoso ed obsoleto, annunciando manifestazioni di protesta proprio lungo la Strada Parco.

Il 2 ottobre si svolge la manifestazione di protesta lungo la Strada Parco, alla quale partecipano molti cittadini ed i comitati del No alla Filovia

Il consigliere comunale e Presidente della Commissione Finanze Ranieri (Pdl), interviene sulla questione della Filovia: "No a veleni e strumentalizzazioni".

Subito arriva la replica del capogruppo Pd a Castellamare Frattarelli, che critica le parole di Ranieri: "Chieda scusa ai manifestanti"

Intanto il Presidente Gtm Russo incontra i rappresentanti dei cittadini e dei comitati che chiedono la sospensione dei lavori lungo la Strada Parco.

La questione Filovia anima anche Montesilvano, dove i lavori sono già partiti da tempo. Forconi, di Forza Nuova, denuncia la pericolosità del tracciato nella zona di Via Foscolo.

La Balfour Beatty, azienda che si occupa dei lavori sulla Strada Parco a Pescara, presenta un esposto alla Questura per la sospensione dei lavori avvenuta a fine settembre a causa del presidio dei manifestanti.

L'INCENDIO La notte fra l'8 ed il 9 ottobre viene incendiato da ignoti il presidio dei manifestanti lungo la Strada Parco. I Grillini e Forza Nuova condanno il gesto.

L'Authority per la Vigilanza dei contratti per i lavori pubblici apre un'istruttoria relativa alle procedure sull'impatto ambientale della filovia.

Il 18 ottobre le Forze dell'Ordine sgomberano il presidio dei manifestanti nei pressi del cantiere lungo la Strada Parco.

Glauco Torlontano ed il consigliere comunale Di Marco consegnano 10 mila firme Pro Filovia al Prefetto.

Il Coordinamento No Filovia torna a parlare di "irregolarità e scarsa trasparenza" nel progetto, mentre in Comune vengono illustrati i vantaggi derivanti dalla realizzazione della Filovia.

Settembre 2010

Il 13 settembre iniziano i lavori per la costruzione del tracciato della Filovia anche a Pescara, lungo la Strada Parco, nei pressi de Le Naiadi. Il 18 settembre l'Associazione Strada Parco organizza una manifestazione di protesta.

All'alba del 27 settembre viene installato un gazebo dai manifestanti che organizzano un presidio fisso di protesta per bloccare i lavori. Il Coordinamento No Filovia scrive a Mascia e Russo.

Giugno 2010

Il Presidente della Commissione Grandi Infrastrutture e Mobilità Caroli annuncia la convocazione di un Consiglio Comunale Straordinario riguardante il percorso della Filovia.

Febbraio 2010

L'amministrazione comunale di Pescara comunica che i fondi per la realizzazione del secondo lotto della Filovia sono disponibili; inizia il dibattito per decidere il tracciato.

Dicembre 2009

Il Comune di Pescara cede le aree per la Filovia alla Gtm.

Il Pd critica l'amministrazione: "Scavalcato il Consiglio Comunale"

Novembre 2009

Si accende il dibattito politico per il tracciato della Filovia. Acerbo e Di Iacovo propongono di spostare il Filobus lungo la riviera, ma Fiorilli replica: "Nessuna modifica, è tardi". Anche il Pd sposa la proposta della Filovia sulla riviera.

Intanto a Montesilvano l'Associazione Famiglie Numerose denuncia la costruzione del tracciato per la Filovia a pochi metri dalle case: "Ecco la casa sulla Filovia"

Durante la seduta del Consiglio Comunale Straordinario, il Presidente Gtm Russo annuncia che il progetto andrà avanti come previsto, scatenando le proteste dei comitati. Il Pd scrive al sindaco: "Troppi dubbi, servono risposte", ma Fiorilli replica: "Avete avuto mesi per le proposte".

Ottobre 2009

Si pensa ad una sopraelevata per il secondo lotto della Filovia a Pescara.

Il 30 ottobre viene presentato il mezzo "Filò" della Gtm.

Settembre 2009

L'assessore regionale Morra: "Progetto fondamentale per Pescara da realizzare subito".

Confcommercio chiede un referendum cittadino sul tracciato, e propone la soluzione della monorotaia sopraelevata. Botta e risposta fra Pd e Fiorilli sull'utilità della Filovia e sul tracciato.

Agosto 2009

Torlontano consegna 10 mila firme Pro Filovia all'amministrazione comunale

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

IlPescara è in caricamento