rotate-mobile
Giovedì, 19 Maggio 2022
Cronaca Castellamare

Filovia: Alessandrini, "Cantiere riaperto dopo l'accordo con Testa"

Il candidato sindaco del Pd polemizza con Mascia dopo il via libera alla ripresa dei lavori della filovia. La replica: "Sono responsabile della salute dei cittadini"

"Passata la voglia di mettere i bastoni fra le ruote a Guerino Testa, il cantiere della filovia chiuso una settimana fa per ripicca torna ad essere aperto solo perche' il sindaco Luigi Albore Mascia ha stretto l'accordo con l'ex rivale".

Lo dice Marco Alessandrini, candidato sindaco di Pescara, polemizzando sul via libera del Comune alla ripresa dei lavori della filovia.

"Avevamo tutti sperato - aggiunge Alessandrini - che l'ultimo stop al cantiere della filovia fosse una svolta ambientalista o di avallo di cio' che il Pd reclamava da tempo in Consiglio Comunale, invece no, ci eravamo tutti illusi. Infatti il sindaco uscente appena ha ritrovato la pace con Testa, cercata in vista del ballottaggio di domenica 8, ha riaperto il cantiere! Ci sembra che la citta' abbia bisogno di una politica diversa da questa, che metta al centro la comunità".

A questo proposito Mascia ha sottolineato questa mattina che i lavori sono stati interrotti "non per una questione politica ma tecnica. La questione della filovia ci vede coesi, nel centrodestra".

LA REPLICA DI MASCIA - "Sgombriamo il terreno dagli equivoci - ha replicato Mascia - Un sindaco ha la responsabilita' della salute e dell'incolumita' dei propri cittadini, sul cantiere della filovia c'erano delle prescrizioni inerenti la sicurezza per i lavori che si incrociavano con l'utilizzo dell'asse stradale, lavori che richiedevano approfondimenti da parte dei nostri uffici. La ditta ha fornito le proprie informazioni e rassicurazioni, e ieri ho emanato un'ordinanza che ha revocato il precedente provvedimento di sospensione dei lavori - ha aggiunto il sindaco. Il centro-destra, di cui faccio parte, ha sempre lavorato per andare avanti con i lavori della filovia, anzi io avrei gradito che quell'opera fosse gia' a regime perche' credo nell'importanza di una struttura di mobilita' sostenibile. Lo stesso corso Vittorio Emanuele esiste se esiste la filovia, l'unico mezzo alternativo alla mobilita' privata, che puo' realmente rendere agevole la vita dei commercianti".

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Filovia: Alessandrini, "Cantiere riaperto dopo l'accordo con Testa"

IlPescara è in caricamento