rotate-mobile
Cronaca

Filovia, disabili chiedono le dimissioni di Russo della Gtm

L'associazione dei disabili "Carrozzine Determinate" chiede le dimissioni del Presidente Gtm Russo, in merito alla vicenda del completamento del cantiere della filovia

L'associazione "Carrozzine Determinate", con il presidente Claudio Ferrante, chiede le dimissioni del presidente Gtm Michele Russo a causa della gestione del cantiere della filovia, in particolare in merito al problema delle barriere architettoniche.

"Il Filò, non parte ed è già da rottamare. Il filobus non è in funzione ed il manto stradale è già da rifare. E’ iniziata l’elettrificazione senza aspettare l’eventuale decisione del TAR che ci sarà il 19 giugno prossimo e ora scopriamo anche che gran parte dell’abbattimento delle barriere architettoniche dovranno essere pagate dai cittadini di Montesilvano e Pescara.
Unico caso al mondo di filovia, in cui si tendono i cavi elettrici ben prima di aver sistemato il fondo stradale ed eliminato definitivamente e prioritariamente tutte le barriere architettoniche esistenti sul tracciato
." dichiara l'associazione.

"Forse è sfuggito a qualcuno ma, io stesso il 31 maggio, proprio all’altezza di Via Adige a Montesilvano, accompagnato dal Governatore della Regione Abruzzo Luciano D’Alfonso, sono caduto rovinosamente su una delle centinaia di rampe (quasi tutte fuori legge) di accesso alla filovia. Forse non è ancora chiaro che quelle rampe non creano solo discriminazione, ma grave pericolo; quando chiunque percorrerà “La strada della vergogna”, molti andranno a finire in ospedale, sempre che siano fortunati.

Il Sindaco di Pescara Alessandrini, quello di Montesilvano Maragno e i membri dell’opposiozione Mascia e Ruggero, come da documento sottoscritto, intervengano immediatamente. Appello rivolto anche dal neo Governatore della Regione Abruzzo Luciano D’Alfonso che con grande sensibilità il 31 maggio, partecipando alla nostra manifestazione ha dichiarato che tutte le barriere saranno eliminate, senza se, senza ma e senza trucchi!" prosegue Ferrante che chiede le dimissioni di Russo.

"Poter prendere autonomamente e liberamente un mezzo pubblico è un diritto, ma forse tutti non sanno che molti cittadini disabili a causa anche delle patologie non riecono a guidare nemmeno un’autovettura? So che è un particolare, ma è la realtà!" conclude l'associazione.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Filovia, disabili chiedono le dimissioni di Russo della Gtm

IlPescara è in caricamento