rotate-mobile
Cronaca

Viaggio da incubo per una famiglia diretta dalla Svizzera all'Abruzzo: derubati di tutto a Roma

Il racconto lo ha fatto la donna a RomaToday. La famiglia si è fermato in un centro commerciale per il pranzo e a ritorno non ha trovato il lunotto posteriore dell'auto rotto e più nulla al suo interno, ma a lasciarla senza parole è stato il fatto che per chi ha raccolto la denuncia sarebbe stata una cosa "normale"

L'obiettivo di raggiungere l'Abruzzo per andare a trovare i parenti, ma il viaggio si è trasformato in un vero incubo: sono stati derubati di tutto, ma “nessuno si è assunto la responsabilità di quanto successo”.

A raccontarlo a RomaToday è Mélanie che voleva raggiungere i nonni in Abruzzo con la sua famiglia, ma quella sosta nel centro commerciale di Roma Est l'8 aprile, ha cambiato tutto. Un parcheggio a pagamento spiega la donna raccontando la brutta disavventura. In viaggio erano lei, il marito, i figli di 9 e un anno e la sorella di Melanié.

Ricevi le notizie de IlPescara su Whatsapp

Una sosta quella fatta nel centro commerciale di Roma per pranzare e poi ripartire. Hanno lasciato l'auto, una Audi Q8 e sono entrati “avendo cura di mettere tutte le nostre cose nel bagagliaio e avere i finestrini oscurati”, racconta.

Quindi la chiamata dell'infopoint e l'amara scoperta. Lunotto rotto e bagagli scomparsi. Persino il baby monitor è stato portato via. La cosa che ha sconvolto la donna è che secondo i racconti fatti dalle guardie di sicurezza l'accaduto era normalità nonostante quel parcheggio, sottolinea, fosse anche videosorvegliato. Al commissariato poi, continua parlando di vera odissea, hanno aspettato tre ora prima di fare denuncia e anche lì le sarebbe stato detto che non era la prima volta che si registrava un episodio simile.

Per lei una fatto “grave” e “surreale” che lascia solo “un senso di insicurezza” e di fronte al quale, ribadisce, sembra che nessuno si assuma responsabilità nonostante la cosa sia, secondo quanto appreso, nota.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Viaggio da incubo per una famiglia diretta dalla Svizzera all'Abruzzo: derubati di tutto a Roma

IlPescara è in caricamento