Lunedì, 2 Agosto 2021
Cronaca

Fabbrica del ghiaccio in Senegal realizzata con il contributo del Comune di Pescara

I promotori: "Una sfida per contribuire allo sviluppo della parte più povera del Paese". In prima linea l'Iscos Abruzzo Molise. L'amministrazione Alessandrini ha stanziato la somma di 8.000 euro

Primo report per il progetto “Ghiaccio in Senegal”, che ha previsto la nascita di una fabbrica del ghiaccio nello stato africano, grazie alla collaborazione fra gli altri di Iscos (Cooperazione Sindacale allo Sviluppo in tutto il Mondo per il Lavoro Dignitoso) e il Comune di Pescara. Alla conferenza stampa ha preso parte l’assessore alla Cooperazione Internazionale Laura Di Pietro con il dottor Paolo Iozzi dell’Iscos Abruzzo Molise, che ne è stato promotore.

“Si tratta di un progetto sicuramente di alto valore, che il Comune di Pescara ha contribuito a realizzare seppur con una piccola cifra, 8.000 euro – ha affermato Laura Di Pietro – Proprio questo, però, dimostra che a volte basta davvero poco per poter essere un tassello importante per la realizzazione di un grande mosaico. E’ sotto gli occhi di tutti l’emergenza immigrazione e il dramma delle stragi del mare e credo, quindi, che progetti come Ghiaccio in Senegal, nato per agevolare lo sviluppo in loco, siano necessari per contribuire, seppur in minima parte, alla ripresa economica e occupazionale di Paesi in difficoltà”. I promotori hanno, infatti, parlato di “una sfida per contribuire allo sviluppo della parte più povera del Senegal”.

L’assessore comunale alla Cooperazione ha poi concluso: “Speriamo che già a partire dal prossimo anno la cooperazione internazionale torni a ricoprire nella nostra agenda amministrativa un ruolo di tutto rispetto”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fabbrica del ghiaccio in Senegal realizzata con il contributo del Comune di Pescara

IlPescara è in caricamento