menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

'Estate tranquilla': controlli dei Nas in locali e stabilimenti balneari

Ispezioni a tutto campo in lidi e autonegozi da parte del Nucleo Antisofisticazione e Sanità dei Carabinieri di Pescara. Sequestrati 2.500 kg di alimenti. Comminate anche alcune sanzioni

Oltre 2.500 chilogrammi di alimenti sottoposti a vincolo sanitario, sanzioni amministrative per oltre 35mila euro, quattro attività sospese e quattro denunce. Questo il bilancio dei controlli condotti in tutto l'Abruzzo e nelle zone a forte richiamo turistico dai Carabinieri del Nas di Pescara, nell'ambito dell'operazione 'Estate tranquilla 2016' disposta dal Comando Carabinieri per la Tutela della Salute di Roma.

Nel complesso sono stati ispezionati 21 stabilimenti balneari, 14 agriturismi, 6 pescherie, 4 caseifici e 6 autonegozi. Intensificati, nelle zone della movida, i controlli nelle ore notturne per prevenire il fenomeno del 'binge drinking', la pratica diffusa tra i giovani di ubriacarsi in fretta fino allo stordimento.

NAS IN AZIONE A PESCARA - I controlli per contrastare il binge drinking sono stati intensificati soprattutto a Pescara, dove sono stati ispezionati gli auto-negozi presenti nelle aree di ritrovo dei giovani e all'uscita dei locali notturni: insieme all'Asl è stata disposta la sospensione immediata di due attività per carenze igienico-sanitarie nella produzione e nello stoccaggio degli alimenti, mentre i proprietari sono stati denunciati per detenzione di alimenti in cattivo stato di conservazione. Sottoposti a vincolo sanitario circa 50 kg di cibo stoccato in ambienti non idonei e fatiscenti.

Sempre a Pescara, in due bar-ristoranti allestiti in altrettanti stabilimenti balneari, i Nas hanno sottoposto a vincolo sanitario circa 300 kg di prodotti alimentari di origine animale e vegetale, poiché detenuti in cattivo stato di conservazione; in un caso la Asl ha emesso un provvedimento di immediata sospensione e chiusura dell'esercizio per le gravi carenze igienico-sanitarie. A uno stabilimento sono state comminate sanzioni per 6.700 euro perché ha somministrato alcolici dopo le 3 di notte.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

IlPescara è in caricamento