rotate-mobile
Lunedì, 27 Maggio 2024
Cronaca Scafa

Esplosione nel ripostiglio: ustioni gravissime per un 42enne di Scafa

Tutto sarebbe avvenuto nel ripostiglio retrostante l'abitazione, forse una fuga di gas e l'accensione di una sigaretta la causa, ma su questo indagano i vigili del fuoco: l'uomo arrivato all'ospedale in codice rosso è stato trasferito a Roma, oltre il 60 per cento del corpo sarebbe rimasto ustionato

Ustioni gravissime per un 42enne di Scafa che ieri sera, per cause ancora da accertare, è stato travolto dalle fiamme a seguito di un'esplosione avvenuta mentre si trovava nel ripostiglio della sua abitazione posizionato sul retro della stessa. Il rumore ha attirato i vicini che hanno chiamato immediatamente i soccorsi. 

Sul posto è giunta un'ambulanza del 118 di Scafa, ma una volta arrivato all'ospedale di Pescara in codice rosso la gravità della situazione, oltre il 60 per cento del corpo sarebbe rimasto ustionato, si è deciso per il suo trasferimento a Roma.

Ad intervenire anche i vigili del fuoco del distaccamento di Alanno. In corso le indagini per ricostruire le cause del drammatico incidente. Una prima ipotesi, riferita anche al sindaco Giordano Di Fiore, sarebbe quella di una fuga di gas e l'accensione di una sigaretta. Il primo cittadino si sta adoperando in prima persona per capire cosa sia avvenuto e si è immediatamente attivato per avvisare i parenti  dell'uomo che in quel momento non erano in casa. Da parte sua tutta la vicinanza alla famiglia già colpita da un grave lutto due anni fa quando a morire a causa del covid è stato il padre del 42enne. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Esplosione nel ripostiglio: ustioni gravissime per un 42enne di Scafa

IlPescara è in caricamento