Martedì, 19 Ottobre 2021
Cronaca Città sant'angelo

Esplosione Città Sant'Angelo: morto il vigile del fuoco ferito 3 mesi fa

E' morto all'ospedale "Gemelli" di Roma Maurizio Berardinucci, il vigile del fuoco coinvolto il 25 luglio nell'esplosione della fabbrica di fuochi pirotecnici a Città Sant'Angelo

E' morto ieri pomeriggio, all'ospedale "Gemelli" di Roma, Maurizio Berardinucci, il vigile del fuoco del Comando provinciale di Pescara investito il 25 luglio scorso dall'esplosione della fabbrica di fuochi pirotecnici avvenuta a Villa Cipressi di Citta' Sant'Angelo. Nell'incidente era rimasta coinvolta l'intera squadra di soccorso dei pompieri che per prima era giunta sul posto, ma per Berardinucci le conseguenze sono state purtroppo fatali.

Nonostante gli interventi e le terapie mediche a cui e' stato sottoposto in questi mesi, prima all'ospedale "Spirito Santo" di Pescara e successivamente al Policlinico "A. Gemelli" di Roma, le condizioni cliniche, rimaste sempre gravi, sono peggiorate negli ultimi giorni, fino al decesso avvenuto ieri.

CHI ERA MAURIZIO BERARDINUCCI - Nato a Pescara il 15 agosto 1966, Berardinucci aveva indossato per la prima volta la divisa di vigile del fuoco come ausiliario nel 1985, continuando poi l'attivita' come volontario del Comando di Pescara. Dal luglio del 2007 era transitato nel ruolo permanente dei vigili del fuoco, partecipando anche ai soccorsi alla popolazione abruzzese colpita dal sisma del 2009. Lascia la moglie e tre figli.

QUEL DRAMMATICO 25 LUGLIO - Nell'esplosione della fabbrica di fuochi d'artificio, molto nota e affermata non solo in Abruzzo ma anche fuori, sono morti Mauro, Alessio, Federico e Roberto Di Giacomo, i cui corpi sono stati recuperati in momenti diversi. Sul posto, subito dopo il primo botto, sono arrivati i vigili del fuoco; la prima squadra che si e' avvicinata alla zona e' stata travolta da una seconda esplosione. I componenti della squadra sono rimasti tutti feriti e Berardinucci era quello piu' grave. Dopo un primo ricovero a Pescara, l'uomo e' stato trasferito a Roma. Su questo drammatico episodio e' stata aperta un'inchiesta dal pm Annalisa Giusti, che ha nominato un perito, Paride Minervini. Sono i Carabinieri di Montesilvano a occuparsi delle indagini.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Esplosione Città Sant'Angelo: morto il vigile del fuoco ferito 3 mesi fa

IlPescara è in caricamento