menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
foto Ansa

foto Ansa

Ipotesi valanga per gli escursionisti dispersi sul Monte Velino. Marsilio e Liris vicini alle famiglie e ai soccorritori

I soccorritori del Cnsas e della guardia di finanza hanno individuato una valanga nella zona dove è stato localizzato il segnale di uno dei cellulari dei quattro dispersi

Sono state interrotte per cause meteorologiche le ricerche dei quattro escursionisti di Avezzano dispersi da ieri mattina nella zona del Monte Velino, ed ora si fa strada l'ipotesi che possano essere stati travolti da una delle numerose valanghe di neve che hanno interessato l'area dove sono concentrate le ricerche del Cnas e della guardia di finanza.

A causa della neve, della nebbia e del vento forte i soccorritori hanno sospeso le ricerche, ribadendo però che attualmente si cercano gli escursionisti in vita, e che quindi sono ancora considerati dispersi. Il manto nevoso è instabile anche a causa delle nuove nevicate, mentre il segnale del cellulare di uno dei quattro dispersi è stato localizzato proprio vicino ad una delle valanghe individuate.

Intanto la Regione Abruzzo, con il presidente Marsilio e l'assessore Liris, è vicina ai familiari dei dispersi e ai soccorritori che in queste ore stanno coraggiosamente mettendo a rischio la propria vita per cercare di trovare gli escursionisti.

Liris si è recato nella frazione di Forme (Massa D'Albe) per seguire le operazioni di soccorso. Marsilio è in costante contatto con i soccorritori per seguire l'evolversi della situazione.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

IlPescara è in caricamento