Escursionista precipita per 30 metri e batte la testa, salvato [FOTO]

Si tratta di un 30enne di Roma che, insieme a un suo coetaneo, aveva deciso di raggiungere stamattina il Monte Velino, a quota 2.487 metri, sul versante del Fucino. Verso l'ultimo tratto del percorso, il giovane è scivolato ed è finito giù

Escursionista precipita per 30 metri e batte la testa, salvato. Si tratta di un 30enne di Roma che, insieme a un suo coetaneo, aveva deciso di raggiungere stamattina il Monte Velino, a quota 2.487 metri, sul versante del Fucino.

Verso l'ultimo tratto del percorso, il giovane è scivolato ed è finito giù, urtando violentemente contro la parete rocciosa. L’amico che era con lui ha immediatamente allertato il 118, che ha attivato il soccorso alpino.

Decollato dall’aeroporto di Preturo, l’elicottero ha raggiunto in breve tempo il luogo dell’incidente: i tecnici sono scesi e hanno recuperato con il verricello il ferito, che è stato poi trasportato all’ospedale 'San Salvatore' di L’Aquila, dove gli è stato diagnosticato un forte trauma cranico. Non è in pericolo di vita. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid-19, l'Abruzzo non uscirà dalla zona rossa il 4 dicembre: manca solo l'ufficialità

  • Cosa mangiare per rafforzare le difese immunitarie: 6 alimenti per fare il pieno di energia

  • Covid, dal 29 novembre cambiano i colori delle Regioni: l'Abruzzo resterà zona rossa almeno fino al 3 dicembre

  • L'Abruzzo resterebbe zona rossa fino al 10 dicembre in base al decreto, ma Marsilio punta ad anticipare

  • Tragedia nel Pescarese, pensionato rimasto vedovo si toglie la vita

  • L'Abruzzo rimane zona rossa, tutte le regioni restano nell'attuale fascia di appartenenza

Torna su
IlPescara è in caricamento