rotate-mobile
Sabato, 22 Gennaio 2022
Cronaca

Esclusione bando finanziamenti imprese, botta e risposta Cna-Comune

Per la Confederazione nazionale dell'artigianato "l'amministrazione Mascia è irresponsabile". Ma l'assessore Filippello risponde: "Abbiamo già fatto ricorso al Tar"

Dopo il consigliere Pd Antonio Blasioli ci si mette anche il direttore della Cna di Pescara, Carmine Salce, nel criticare la notizia secondo cui l’amministrazione comunale non avrebbe presentato alla Regione, nei termini stabiliti dal bando, la richiesta di accedere ai fondi da destinare al pagamento dei fornitori.

Salce parla di «un colpo alle imprese, cui la stessa amministrazione non risparmia il salasso dell’Imu. E adesso il Comune di Pescara deve spiegare perché ha mandato in fumo un finanziamento di due milioni di euro».

Per il direttore della Cna pescarese «al di là del danno in sé, colpisce il grado di irresponsabilità con cui si affronta l’emergenza economica del nostro territorio: quella stessa emergenza che ha fatto chiedere al mondo delle imprese l’applicazione di aliquote più leggere sull’Imu per le attività produttive, ma senza che questo sortisse alcuna disponibilità degli amministratori di Piazza Italia».

Risponde l’assessore alle Finanze Massimo Filippello: «Il Comune di Pescara ha già impugnato dinanzi al Tar de L’Aquila la delibera con cui la Regione Abruzzo ci ha esclusi dall’elenco dei Comuni che potranno beneficiare dell’ampliamento del tetto di spesa per il pagamento delle imprese in deroga al patto di stabilità. Quell’esclusione è illegittima e ingiustificata, determinata non dall’inefficienza del Comune, ma da una comunicazione inviata tramite Posta elettronica certificata, ma non giunta a destinazione».

L’assessore Marcello Antonelli, invece, si chiede perchè Salce «intervenga criticamente solo contro il Comune di Pescara e non contro il Comune di Spoltore che è stato ugualmente escluso. Non vorrei che tale dimenticanza sia determinata dal fatto che il sindaco di Spoltore fa parte della Cna, e Spoltore, paradossalmente, versa in una condizione peggiore rispetto a Pescara: noi abbiamo dimostrato di aver fatto tutti gli atti e una mail inviata, ma non ricevuta, non può determinare certo un’esclusione, che abbiamo impugnato al Tar».

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Esclusione bando finanziamenti imprese, botta e risposta Cna-Comune

IlPescara è in caricamento