rotate-mobile
Martedì, 29 Novembre 2022
Cronaca

L'EMP ricorda Moira Orfei: "Era affezionata a Pescara"

Il presidente Raffaele De Ritis evidenzia che, proprio sulla base della cultura circense diffusa in città anche grazie alla Orfei, è stato possibile creare la tradizione di 'Funambolika'

In una nota, l’Ente Manifestazioni Pescaresi si unisce all’ultimo saluto che ieri una folla di settemila persone ha tributato a Moira Orfei nel duomo di S. Donà di Piave (VE). Il presidente Raffaele De Ritis ricorda così questo grande personaggio del circo, che ci ha lasciato qualche giorno fa:

"Moira, protagonista di quasi un secolo di spettacolo italiano, era affezionata a Pescara: il suo circo è stato probabilmente lo spettacolo più applaudito nel dopoguerra nella nostra città, prima sul Lungomare Colombo, poi alle Naiadi, allo Stadio e infine all’Arca. L’affetto del capoluogo adriatico era tra i più calorosi, e il circo vi prorogava anche oltre due settimane. A partire dagli anni ’60, onorandoci di quasi 20 visite, Moira si è esibita a Pescara città per quasi 400 volte, offrendo ad oltre 300mila pescaresi la possibilità di ammirare alcuni dei più grandi artisti del mondo, dalle riviste sul ghiaccio alle delegazioni di acrobati del circo sovietico".

De Ritis ricorda che, proprio sulla base della cultura circense diffusa in città anche grazie alla Orfei, è stato possibile creare la tradizione di 'Funambolika'. Per la città di Pescara, dunque, "Moira Orfei resta testimone di un’epoca in cui la cultura era un fenomeno semplice e popolare, quando dal basso la gioia dello spettacolo dal vivo legava ogni ceto sociale in un’unica grande festa".

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'EMP ricorda Moira Orfei: "Era affezionata a Pescara"

IlPescara è in caricamento