rotate-mobile
Giovedì, 20 Giugno 2024
Cronaca

Emergenza furti nei cantieri, due in una notte e le imprese si mobilitano: "I danni non solo sono economici"

Ance Chieti-Pescara e Confindustria Abruzzo denunciano l'escalation del fenomeno per sottrarre soprattutto rame con azioni anche rischiose come quella di arrampicarsi sulle gru. Oltre al danno economico dovuto anche ai ritardi che inevitabilmente si accumulano per recuperare nuovi materiali, il timore è che se qualcuno dovesse farsi male, le ditte rischino anche di doverne rispondere

Raffica di furti nei cantieri edili di Pescara. A denunciarlo sono Confindustria Abruzzo Medio Adriatico e Ance Chieti-Pescara che riferiscono come solo la notte tra il 2 e il 3 giugno i colpi. Furti compiuti ai danni di una ditta che dal 2022 in poi ne ha già subiti diversi e così come lei tanti altri. 

Un fenomeno sempre più diffuso per contrastare il quale le due realtà del territorio fanno sapere di aver deciso di avviare un’indagine tra i propri iscritti per registrarne l’entità dei furti e segnalarne la gravità alle autorità competenti.

“I malviventi stanno ripetutamente visitando i cantieri per sottrarre i materiali in rame, in particolare i cavi di alimentazione elettrica delle gru per rimuovere i quali i ladri devono arrampicarsi in altezza, sui tralicci delle stesse gru”, spiegano quindi Confindustria e Ance.

“Al di là dei rilevanti costi dei materiali rubati, le imprese subiscono anche il danno del fermo cantiere dovuto alla necessità di ripristinare tutte le linee elettriche sottratte dai malviventi”, sottolineano.

Ricevi le notizie de IlPescara su Whatsapp

“La recrudescenza dei furti di rame – sottolineano - deve essere presa in debita considerazione per evitare il rischio del ritorno indietro di qualche anno, quando i ladri cominciarono a sfilare anche i cavi di rame degli impianti di illuminazione delle gallerie”.

“Al di là del danno economico e organizzativo subito dalle imprese, nonostante la normale accortezza degli imprenditori nella predisposizione di misure atte a evitare che estranei possano entrare in cantiere – conclude il presidente Ance Chieti-Pescara Antonio D'Intino - vi è anche il rischio che ricadano sulla loro responsabilità anche gli incidenti subiti dai malavitosi durante i furti messi in atto normalmente di notte, durante i quali i ladri per sottrarre i cavi di rame, si arrampicano sui tralicci delle gru”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Emergenza furti nei cantieri, due in una notte e le imprese si mobilitano: "I danni non solo sono economici"

IlPescara è in caricamento