Mercoledì, 27 Ottobre 2021
Cronaca

11 camion e un carico di 42 tonnellate: così hanno effettuato i collaudi del Ponte Nuovo

Esulta il vicesindaco Antonio Blasioli: "Un momento storico. L'infrastruttura ha risposto benissimo, ora si entra nella fase finale delle rifiniture". Anche il progettista e i collaudatori si sono detti soddisfatti

Spettacolari e imponenti le prove di collaudo del Ponte Nuovo, dove 11 camion con un carico di 42 tonnellate ciascuno hanno messo alla prova la resistenza e l’elasticità delle campate. Oltre al vice sindaco Antonio Blasioli, all’assessore Loredana Scotolati, ai consiglieri comunali Emilio Longhi e Pierpaolo Zuccarini e l’ingegner Giuliano Rossi a capo del Settore Lavori Pubblici, erano presenti il progettista ingegner Michele Mele, il direttore dei lavori ingegner Mario Biamonte, il presidente della commissione di collaudo ingegner Claudio Bucci dell’Anas Spa, i tecnici delle imprese esecutrici Di Vicenzo costruzioni Spa, Fip Industriale Spa.

Sia il progettista che il collaudatore sono soddisfatti dell’esito delle prove e della risposta della struttura - commenta il vice sindaco Antonio Blasioli - Abbiamo seguito tutte le fasi delle lavorazioni, mi ricordo il giorno in cui la campata ha toccato la sponda sud, la verniciatura della vela e ricordo i bambini invitati sul ponte dal Sindaco per intitolarlo a Flaiano. Oggi assistere al collaudo statico alla presenza di due dei più famosi ingegneri in materia di ponti come il progettista Mele e il direttore dei lavori Biamonte sotto gli occhi attenti del RUP Giuliano Rossi che voglio ringraziare pubblicamente, e dei laureandi in ingegneria, è stato un tassello che mi riempie di orgoglio”.

Blasioli ha parlato di "un momento storico per questa opera straordinaria". Le fasi sono state due: prima si è svolto il collaudo dinamico, con un camion che camminava sul ponte, poi il collaudo statico con 11 camion e 2 configurazioni di carico, una da 10 camion e una da 11, che con il proprio peso hanno sollecitato la struttura ognuno con un carico di 42 tonnellate: è come se sul ponte si fossero radunate circa 7.000 persone.

I risultati sono stati positivi, sia nella fase di cedimento della struttura che di ritorno, che ne ha misurato l’elasticità. La relazione dei collaudi sarà inviata al Genio Civile e all’Amministrazione e poi il Ponte assolverà alla sua importante funzione di collegare il centro della città con la zona ospedaliera e universitaria, strafficandolo dalle auto che sono oggi costrette a passare per il centro o a girargli intorno prima di arrivare a destinazione.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

11 camion e un carico di 42 tonnellate: così hanno effettuato i collaudi del Ponte Nuovo

IlPescara è in caricamento