menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Ebola, la Asl di Pescara attiva il Piano di intervento per i casi sospetti

Anche all'Ospedale di Pescara è attivo il Piano di intervento per i casi sospetti di contagio da virus Ebola. I dettagli sono stati illustrati dal direttore generale D'Amario e direttore dell'Unita' operativa di Malattie infettive, Giustino Parruti,

Anche l'ospedale di Pescara è pronto per intervenire nei casi sospetti di Ebola.
Oggi è stato presentato il Piano d'intervento dal direttore dell'Unita' operativa di Malattie infettive, Giustino Parruti, e dal direttore generale Asl D'Amario.

Nei casi sospetti, che riguardano solo coloro che presentano sintomi compatbili e provengono da Sierra Leone, Liberia e Nuova Guinea, è stato attivato un triage apposito con due posti di rianimazione, una sala ad hoc, ed un laboratorio di alto biocontenimento per i prelievi in sicurezza. Per i casi avanzati, sono a disposizione due tipi di scafandrature ad alto contenimento per gli operatori.

A Pescara il rischio Ebola è bassissimo, sottolinea Parruti, aggiungendo che si tratta di un virus a bassa contagiosità, ed occorre entrare in contatto con le secrezioni dei pazienti per ammalarsi.

Non esiste contagiosità nei casi asintomatici e nel primo giorno di febbre. La situazione diventa delicata solo nelle ore successive, in attesa della conferma di contagio.

"I cittadini devono sapere che siamo organizzati" ha concluso Parruti.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

La torta della tradizione: come preparare la pizza doce

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • social

    La torta della tradizione: come preparare la pizza doce

  • Cura della persona

    Soap brows: come ottenere le sopracciglia “insaponate”

  • Salute

    Cos’è la stanchezza primaverile e come combatterla

Torna su

Canali

IlPescara è in caricamento