menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Duplice omicidio in via Tibullo, vittime uccise con oltre 40 coltellate

Oltre 40 coltellate hanno raggiunto i corpi delle due vittime uccise domenica pomeriggio nell'appartamento di via Tibullo dal 25enne ucraino arrestato dalla Polizia. Al lavoro i Ris

Un bagno di sangue, causato da oltre 40 coltellate inferte dall'assassino alle due vittime, madre e figlio polacchi di 23 e 54 anni. Sono i primi risultati dei rilievi scientifici condotti dai Ris, arrivati ieri da Roma per fare piena luce sul duplice omicidio avvenuto domenica pomeriggio in via Tibullo.

Secondo una prima ricostruzione, il ragazzo sarebbe stato colpito con la mazza da baseball utilizzata dal 25enne ucraino arrestato dalla Polizia, che si è anche spezzata per la violenza dei colpi inferti. Per questo, come stabilito dal medico legale, ha riportato addirittura una deformazione del cranio.Poi, dopo una successiva colluttazione, il giovane sarebbe stato ucciso a coltellate.

La madre, invece, sarebbe stata uccisa davanti la porta di casa, con una ventina di coltellate. La donna è morta dissanguata all'arrivo dei soccorritori. Le ferite riportate dall'arrestato sono compatibili con un'aggressione ed un tentativo di difesa, ma la tesi sostenuta dal pregiudicato ucraino secondo cui si sarebbe difeso da un tentativo di rapina cade considerando le modalità dell'omicidio della 54enne.

Intanto emergono nuovi particolari relativi agli attimi successivi al delitto: l'uomo è fuggito dalla mansarda raggiungendo il parcheggio in strada, e preso dal panico ha abbandonato la borsa con le armi utilizzate dietro ad alcune auto parcheggiate. Fondamentale, a quel punto, la presenza del cane di un ragazzo che stava passeggiando in quel momento nel parcheggio. L'animale, infatti, ha fiutato le tracce di sangue e condotto il padrone vicino alla borsa.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

IlPescara è in caricamento