menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Droga: arrestato corriere algerino, aveva ingoiato 4 ovuli di eroina

I Carabinieri del Nucleo Investigativo di Pescara, hanno arrestato un algerino con precedenti penali, sorpreso con un etto circa di eroina. La droga, divisa in 4 ovuli, era stata ingerita per essere occultata. L'uomo ha anche violato la legge Bossi Fini sull'immigrazione clandestina

Era arrivato in città con un autobus proveniente dalla Campania.

Quando è sceso, però, il suo atteggiamento particolarmente nervoso ha insospettito alcuni carabinieri in borghese del Nucleo Investigativo del Comando Provinciale di Pescara, diretti dal capitano Stangarone.

I militari lo hanno fermato per identificarlo, accompagnandolo presso il Comando.

L'uomo, un algerino di 27 anni, pluripregiudicato, è stato subito perquisito e trovato in possesso di un ovulo di 30 grammi di eroina.

Mohammed Sayed, questo il nome del corriere, ha dichiarato ai carabinieri di possedere solo quel quantitativo di droga, ma i militari si sono insospettiti soprattutto quando l'algerino si è rifiutato di sottoporsi ad una radiografia per verificare che non avesse ingerito altri ovuli di eroina.

Una volta in carcere, gli agenti della Polizia Penitenziaria hanno in effetti recuperato, dopo poche ore, altri tre ovuli, contenenti 70 grammi di eroina, che l'uomo aveva ingoiato.

Lo stupefacente, una volta sul mercato, avrebbe avuto un valore commerciale di circa 50 mila euro.

Dovrà rispondere anche di immigrazione clandestina come previsto dalla legge Bossi / Fini.
Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

IlPescara è in caricamento