menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Droga: arrestato a Montesilvano un latitante albanese

Il nucleo Antidroga della Polizia di Pescara ha arrestato Leonard Tresa, 32 anni, cittadino albanese, ricercato da quasi due anni per traffico di droga. Tresa è stato fermato a Montesilvano a bordo della sua auto, aveva con se 4.000 euro in contanti ed un pc portatile

Leonard Tresa, 32 anni, albanese, è stato arrestato all'alba di oggi dal nucleo Antidroga della Polizia di Pescara.

L'uomo si trovava a bordo della propria auto a Montesilvano, quando a seguito di un controllo è stato fermato. Inizialmente ha presentato documenti falsi che attestavano la sua cittadinanza greca, ma gli agenti si sono insospettiti e dopo una verifica più approfondita hanno appurato che si trattava del pericoloso latitante, che da due anni era ricercato per essere stato il capo di un'organizzazione dedita allo spaccio di stupefacenti.

L'operazione "Domino", condotta dalla Polizia di Bari, aveva infatti permesso di smantellare una rete di spaccio di droga che dal territorio foggiano, in particolare da San Severo, distribuiva stupefacenti in diverse zone d'Italia, fra cui l'Abruzzo e Pescara.

Tresa era il capo dell'organizzazione, che portò, fra l'altro, all'arresto di diversi zingari e pregiudicati di Vasto, Lanciano, Termoli e Pescara.

L'uomo quindi, nonostante il duro colpo inflitto dalla Polizia, si era riorganizzato e si presume che avesse ripreso a spacciare stabilizzandosi, forse, proprio a Montesilvano.

A bordo dell'auto gli agenti hanno trovato circa 4000 euro in contanti ed un pc portatile, che ora verrà esaminato per cercare di scoprire se, come si sospetta, il Tresa abbia formato una nuova rete di traffico illecito di stupefacenti.

A seguito delle numerose operazioni condotte dalle Forze dell'Ordine, il traffico di stupefacenti che da San Severo riforniva Pescara si è ribaltato negli ultimi tempi: dal pescarese, infatti, sembra partire il commercio all'ingrosso verso la Puglia. Proprio Tresa potrebbe essere uno dei responsabili di questi traffici.
Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

IlPescara è in caricamento