Giovedì, 13 Maggio 2021
Cronaca

Dragaggio Porto Pescara: analisi positive, possibile lo sversamento in mare

I risultati delle analisi sui fanghi dragati nel porto di Pescara sembrano essere positivi Si avvicina, dunque, l'ipotesi dello sversamento in mare. E' quanto emerso dal vertice di ieri

I primi risultati parziali delle analisi sui fanghi del dragaggio del porto di Pescara sembrano essere positivi. L'ipotesi dello sversamento in mare del materiale dragato, dunque si avvicina.

Sono queste le prime informazioni emerse a seguito del nuovo maxi vertice che si è tenuto ieri in Prefettura a Pescara per analizzare la situazione del porto di Pescara e del dragaggio.

Al vertice erano presenti, fra gli altri, il Presidente della Provincia Testa, il sottosegretario Catone, il sindaco Mascia, il comandante della Direzione Marittima Verna, oltre ai rappresentanti del Ministero della Salute e del Provveditorato alle Opere Pubbliche.

Il direttore dell'Arta Amicone ha esposto i primi parziali risultati delle analisi, sottolineando a breve ci saranno i dati definitivi in base ai quali poter programmare i nuovi interventi.

Saranno dragati almeno 400 mila metri cubi di sabbia, ha aggiunto il sottosegretario Catone, che ha ribadito come i fondi dovranno essere assolutamente reperiti per risolvere definitivamente questo problema.

Il Presidente Testa, nominato Commissario per il dragaggio qualche settimana fa, spera che entro un mese le operazioni di pulizia dei fondali possano riprendere entro un mese.

Ricordiamo che nelle settimane precedenti c'erano state proteste e momenti di tensione da parte della marineria che aveva chiesto la chiusura del porto, poi firmata dal capitano Verna, in modo da poter chiedere gli indennizzi.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dragaggio Porto Pescara: analisi positive, possibile lo sversamento in mare

IlPescara è in caricamento