Domenica, 24 Ottobre 2021
Cronaca

Dragaggio Porto Pescara: l'impegno della Regione e di Chiodi

Il Presidente Chiodi ha racchiuso in sei punti fondamentali l'impegno per risolvere la questione del dragaggio del porto di Pescara e della grave crisi che ha colpito la marineria

Sei punti per risolvere l'emergenza porto e dragaggio a Pescara.
E' la linea che intende seguire la Regione Abruzzo dopo l'incontro che si è tenuto ieri a L'Aquila fra i vertici regionali, il Commissario Testa, il sindaco Mascia ed i rappresentanti della marineria, oltre al Presidente della Camera di Commercio.

Chiodi si attiverà su tutti i fronti: cercherà di far ripartire il prima possibile il dragaggio accelerando i tempi relativi alle analisi dei fanghi della darsena, e contemporaneamente si attiverà per la Cassa integrazione in deroga per i pescatori. Verrà anche contattata l'Inps per capire i motivi che non permettono di erogare la Cig alla marineria. Inoltre, notificherà all'Unione Europea la dichiarazione di evento straordinario per un ulteriore sostegno finanziario, accelerando anche le procedure per individuare un sito a terra per lo stoccaggio dei fanghi.

La Camera di Commercio ha chiesto di contattare l'Abi regionale per discutere della questione dei prestiti e mutui dei pescatori, per valutare eventuali sospensioni temporanee.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dragaggio Porto Pescara: l'impegno della Regione e di Chiodi

IlPescara è in caricamento